Gestire le scorciatoie da tastiera su openbox

Ultimamente sto passando molto tempo sulla mia Debian Sid, vuoi perché voglio evitare di passare interi pomeriggi a giocare (evito di stare al nuovo fisso dove sono presenti CoD MW2 e altri giochi) e vuoi perché vorrei evitare di addormentarsi sul divano (evito anche di stare troppo disteso a cazzeggiare col piccino).

Quindi sto passando molto tempo con mamma debian (sul vecchio fisso) il che non mi dispiace affatto. Dunque finite queste mie elucubrazioni preliminari passiamo al post vero e proprio.

Come forse sapete io ho eliminato Gnome dalla mia Debian Sid, ho lasciato solo le librerie gtk+ perché praticamente il 90% dei software che uso si basa su quelle.

Dunque rimuovendo Gnome esso si è portato con se anche gnome-screenshot (oltre ad altri 500 e passa Mb di roba), ovvero il praticissimo software che si usa per prendere degli screen del proprio desktop.

Proprio oggi ho avviato openbox perché ero preso da un attacco di minimalismo (mi capita quando torno tardi dell’università e sono stanco e assonnato) e avevo necessità di creare uno screenshot del desktop, cosi premo in tasto stamp e ovviamente openbox mi avvisa che non trova più gnome-screenshot.

Non me ne faccio un cruccio e invoco il fido shutter con usando la combinazione “alt+f2” (su openbox uso spesso le combinazioni da tastiera).

Tuttavia mi dava fastidio che il tasto stamp rimanesse inutilizzato quindi ho deciso di cercare un po in giro il modo per modificare le scorciatoia da tastiera su openbox.

Praticamente bisogna andare a cercare la combinazione di tasti da modificare su questo file (fatevi però prima una copia di sicurezza di tale file) :

~/.config/openbox/rc.xml

Ora sarà per la stanchezza psico-fisica della serata ma io a vista con nano non sono riuscito a trovare la combinazione che riguardasse il tasto stamp, cosi ho cercare in rete il modo di modificarlo usando una qualche tipo di tool grafico. In pochi secondi trovo obkey il software che fa al caso mio.

Quindi lo scarico:
wget http://obkey.googlecode.com/files/obkey-1.0.tar.gz

lo scompatto:
tar -xvf obkey-1.0.tar.gz

e lo installo:
cd obkey-1.0
sudo python setup.py install

L’installazione dura pochi secondi, cosi lo invoco con “alt+f2” e subito trovo la scorciatoia desiderata:

ecco obkey 😀

Salvo ed esco et voilà magicamente il tasto stamp adesso mi apre shutter 😀

UPDATE: Attenzione pare che obkey tolga tutte le precedenti combinazioni di tasti da voi impostate °_°

Infatti dopo averlo usato la combinazione alt+f2 non fungeva più, quindi consiglio di usare obkey quando si configura openbox per la prima volta, cosi da non perdere le scorciatoie preimpostate da voi. Quindi per adesso meglio andarsi a modificare il file rc.xml a manina (io ho trovato la voce “Print” al rigo 268) oppure avviare il programma usando il terminale in questo modo:

obkey ~/.config/openbox/rc.xml

:# /dev/null/

PS: Ovviamente potete sostituire shutter con qualsiasi altro programma che cattura le schermate del desktop.

PSS: Io per sicurezza, come ho scritto su, ho fatto un backup del file rc.xml prima di usare obkey.

Per esempio per pararci abbondantemente il didietro:

mkdir backup_file_config_openbox

cp -r ~/.config/openbox ~/backup_file_config_openbox

Fonte: link

I nostri fumetti con shutter :D

Questa sera buttando il solito occhio su 4chan e l’altro su Guugle Readerz ho notato questo bel post di Santiago (che ringrazio ancora per le lollate via email dell’altra sera xD) che ci spiega molto semplicemente come creare dei fumetti (sapete le nuvolette che fanno parlare i personaggi nei vostri manga/ecchi/hentai preferiti ?) con Inkscape. Ora non ho nulla in contrario nell’uso di Inkscape sopratutto se si tratta di grafica vettoriale, ma quando si tratta di cazzeggio lasciamo fare le cose al nostro iper cazzuto shutter 😀

Ordunque prediamo una foto a caso dall’internette, ecco tipo questa:

ecco una tipica immagine dell'internette

Eccola dopo 60 secondi di trattamento con shutter:

figa vero ? L'effetto di shutter intendo!

Dunque il procedimento è cosi banale che quasi mi vergogno a descriverlo, allora aprite una qualsiasi delle vostre immagini pornografiche e non con shutter, poi cliccate su “modifica” e poi:

ecco vedete ci sta il pratico menu con una vasta scelta di tipi di nuvolette 😀

Una volta scelta il tipo di nuvoletta, settata la dimensione desiderata ora possiamo posizionarla dove desideriamo e scriversi sopra quello che più ci aggrada 😀

:# /dev/null/

PS: sempre inerente al mondo della creazione di fumetti eccovi qui un post nerd di Idl3 😀