Gestire le scorciatoie da tastiera su openbox

Ultimamente sto passando molto tempo sulla mia Debian Sid, vuoi perché voglio evitare di passare interi pomeriggi a giocare (evito di stare al nuovo fisso dove sono presenti CoD MW2 e altri giochi) e vuoi perché vorrei evitare di addormentarsi sul divano (evito anche di stare troppo disteso a cazzeggiare col piccino).

Quindi sto passando molto tempo con mamma debian (sul vecchio fisso) il che non mi dispiace affatto. Dunque finite queste mie elucubrazioni preliminari passiamo al post vero e proprio.

Come forse sapete io ho eliminato Gnome dalla mia Debian Sid, ho lasciato solo le librerie gtk+ perché praticamente il 90% dei software che uso si basa su quelle.

Dunque rimuovendo Gnome esso si è portato con se anche gnome-screenshot (oltre ad altri 500 e passa Mb di roba), ovvero il praticissimo software che si usa per prendere degli screen del proprio desktop.

Proprio oggi ho avviato openbox perché ero preso da un attacco di minimalismo (mi capita quando torno tardi dell’università e sono stanco e assonnato) e avevo necessità di creare uno screenshot del desktop, cosi premo in tasto stamp e ovviamente openbox mi avvisa che non trova più gnome-screenshot.

Non me ne faccio un cruccio e invoco il fido shutter con usando la combinazione “alt+f2” (su openbox uso spesso le combinazioni da tastiera).

Tuttavia mi dava fastidio che il tasto stamp rimanesse inutilizzato quindi ho deciso di cercare un po in giro il modo per modificare le scorciatoia da tastiera su openbox.

Praticamente bisogna andare a cercare la combinazione di tasti da modificare su questo file (fatevi però prima una copia di sicurezza di tale file) :

~/.config/openbox/rc.xml

Ora sarà per la stanchezza psico-fisica della serata ma io a vista con nano non sono riuscito a trovare la combinazione che riguardasse il tasto stamp, cosi ho cercare in rete il modo di modificarlo usando una qualche tipo di tool grafico. In pochi secondi trovo obkey il software che fa al caso mio.

Quindi lo scarico:
wget http://obkey.googlecode.com/files/obkey-1.0.tar.gz

lo scompatto:
tar -xvf obkey-1.0.tar.gz

e lo installo:
cd obkey-1.0
sudo python setup.py install

L’installazione dura pochi secondi, cosi lo invoco con “alt+f2” e subito trovo la scorciatoia desiderata:

ecco obkey 😀

Salvo ed esco et voilà magicamente il tasto stamp adesso mi apre shutter 😀

UPDATE: Attenzione pare che obkey tolga tutte le precedenti combinazioni di tasti da voi impostate °_°

Infatti dopo averlo usato la combinazione alt+f2 non fungeva più, quindi consiglio di usare obkey quando si configura openbox per la prima volta, cosi da non perdere le scorciatoie preimpostate da voi. Quindi per adesso meglio andarsi a modificare il file rc.xml a manina (io ho trovato la voce “Print” al rigo 268) oppure avviare il programma usando il terminale in questo modo:

obkey ~/.config/openbox/rc.xml

:# /dev/null/

PS: Ovviamente potete sostituire shutter con qualsiasi altro programma che cattura le schermate del desktop.

PSS: Io per sicurezza, come ho scritto su, ho fatto un backup del file rc.xml prima di usare obkey.

Per esempio per pararci abbondantemente il didietro:

mkdir backup_file_config_openbox

cp -r ~/.config/openbox ~/backup_file_config_openbox

Fonte: link

The situationz of my Desktop

In questi ultimi tempo mi sono accorto che sul nido mancavano un po quei post cosi “Alla Catzo di Cane”.

Quindi rimedio subito spalmandomi qui i mie pensieri pornografici e non sui vari DE, wm, puppe e via discorrendo.

Gnome in ritirata dai mie pc

Il caro vecchio gnome via via sta sloggiando dai mie computerz per ragioni di pesantezza, 2 dei mie 3 pc infatti hanno abbandonato Gnome per lidi più leggeri come LXDE ed Openbox. Ma andiamo con comodo riepilogo la mie situazione:

PC fisso vecchio
Diviso tra me e il padre, è presente un mult-boot tra Debian, LinuxMint9 e WinXP. Tre dischi fissi che fanno in totale 1Tb sono stati divisi equalmente in 500Gb l’uno. Ora perché tenere Linux Mint e Debian vi chiederete ?

Punto primo per una mia perversione personale preferisco separe fisicamente l’ambiete di test dall’ambiente di lavoro, anche se più spesso mi ritrovo a lavorare con l’ambiente di test l’idea di avere un ambiente di emergenza sempre pronto con tanto di backup mensile mi fa dormire sonno tranquilli (insomma nel caso facessi detonare l’ambiente di test per errore ho un salvagente).

Per l’ambite di test (Debian) ho adottato Openbox perché è bello, comodo e mi soddisfa fisicamente, anche se sono in attesa di KDE 4.6 che non si sa per quale ragione divina/pornografica/cazzara non è ancora arrivato nei repo di mamma debian (KDE 4.6.2 è arrivato su Debian, qui il post con le mie considerazioni).

Per l’ambiete stable/lavoro (LinuxMint9) fino a poco tempo fa era presente lo gnomo ma già da qualche giorno ho installato LXDE perché ogni volta lavorare (e anche cazzeggiare) era diventato troppo stressante per il mio vecchio fisso, quindi gli ho allegerito la vita.

Il mio netbucco  [Update: il mio piccino è morto, ora è stato temporaneamente sostituito dal mio nuovo andride]
Nel famoso piccino tengo la stessa disposizione solo che nella partizione di lavoro/stable gnome non è presente da mesi infatti ho formattato LinuxMint9 e ho installeggiato la versione di LinuxMint10 con LXDE perché col piccino lo gnomo non è mai troppo andato d’accordo e quindi un tepo ripiegavo sul topo (aka XFCE) ma oggi LXDE ed openbox soddisfano le mie perversioni egregiamente quindi come potete notare regnato su due dei mie computerz. [Update: Da qualche giorno ubunto è scomparso dal mio Netbucco e al suo posto ho installato arch, qui il post che narra l’evento]

Il nuovo bimbo
Nel nuovo fisso tengo solo LinuxMint10 con lo gnomo infatti con il doppio cuore (dual core) del bimbo lo gnomo va a braccetto e tutti sono felici e contenti (la sorella ha il suo accont senza i poteri della super mucca in questo pc quindi Gnome è usato per la maggiorparte del tempo). Si ma perché non ci ho messo anche Debian ? Un po per pigrizia un po perché è nato come pc da gioco e poco da smanettamento. Infatti lo uso spessissimo per giocare e davvero poco per smanettare (altrimenti il vecchio fisso e il piccino a che servono :P).

Quindi preferisco usufruire dei ppa di wine super aggiornati (su debian wine non è ancora aggioranto all’ultima stable relese) per divertirmi con Spore, Call of Duti MW1 e 2, Homeworld 2, Angry Bird, ecc. Oltre a vari giochi nativi per Gnu/Linux come Machinarium, Revenge of Titans e UrbanTerror (giochi che sul fisso vecchio fanno parecchia fatica a girare).

Le mie elucubrazioni su Gnome Shell e Unity

Passiamo ora alle mie elucubrazioni sulle scelte che molti di voi sarete costretti a prendre prima o poi, ovvero scegliere tra Gnome Shell e Unity….io personalmente ho scelto Plasma, si insomma KDE, desktop classico, figo, pornografico si insomma quello che volete, nel futuro del mio fisso nuovo c’è KDE o se avrò voglio di gnomo classico userò XFCE (anche se non so quale sarà il futuro del topo).

Io li ho provati, ci ho giacato, ci ho porneggiato, ci ho provato ma nulla, non riesco farmeli piacere, le imposizioni non mi piaccino (perché devo usare per suverchiari Shell ? E perché devo usare per suverchiaria Unity ?) e quindi ho deciso di non usare nessuno dei due.

Ovviamente non passero a KDE o XFCE prima della fine del 2011 e forse il sistema attuale durerà sino alla fine del supporto a Maverik, sarei un pazzo ho un disco fisso da 500Gb di cui quasi 200Gb sono già occupati! (ovvio che ho un backup di tutto quanto sull’altro fisso e file importanti sono salvati anche sul piccino e su dropbox ma sai che smazzo ripristinare tutto?).

Quindi mi fra un annetto mi porrò il problema dell’update (e mi sa che li già che ci sono creerò anche una partizione per Debian).

Questo per quanto riguarda il fisso nuovo, per il fisso vecchio tutto resterà immutato sino alla prossima LTS di canonical, ma non ho intenzione di passare a Gnome Shell o Unity nenache li, mi tengo ben stretti LXDE e Openbox li cosi come sul piccino (sul piccino sopratutto per questioni di leggerezza).

Proverò sicuramente LinuxMint11 che ha annunciato tempo fa di farci avere un sistema con Gnome3 ma senza Gnome Shell e sopratutto senza Unity, vedremo cosa ne uscità fuori. [Update: A quanto pare Linux Mint11 uscirà con Gnome 2 e per Linux Mint12 non vi sarà nessun tipo di fork di gnome 3, quindi mint userà gnome 3 con gnome shell come tante altre distro.]

Quindi se anche LinuxMint fallirà nel proporre un dekstop che piace a me direi che lo gnomo avrà finito di essere uno dei DE principali dei mie computerz, purtroppo è cosi gente, io personalmente mi trovo bene con ogni tipo di DE e wm, li amo tutti (escludendo Gnome 3 con Shell ovviamente, e Unity NON è neanche un DE), ognuno è unico. Sicuramente installerò Gnome 3 accanto ad altri DE su Debian per vedere come si sviluppa (o per vedere se magari rinsanisce e torna a darci un desktop normale, o magari dandoci la possible di usare Gnome3 senza Gnome Shell).

:# /dev/null/

PS: Se non conoscete le caratteristich tecniche dei mie pc vi rimando a qui, quo e qua.

PS#2: Se vi state chiedendo il perché delll’immage non sprecate i vostri neuroni, non ha alcuni significato, soddisfa solo una delle me tante perfersioni passeggere mhuahuahuuahhauuhuhauha.

PS#3: se vi state anche chiedendo perché la sorella ha un account sul MIO pc, be perché questo mi da la possibile di avere una account sul suo notebook (ma questo con i poteri della super mucca). Per chi fosse curioso su quel pc è presente LinuxMint10 con lo gnomo.

PS#4: Suverchiaria o Suvirchiaria (non so bene come si scriva correttamente) significa “per forza” in sicialiano.

Openbox: e se volessi modificare il menu ?

Questa sera avevo la necessità di editare il menu di openbox per due motivi, il primo è che cliccando su “web browser” mi partiva firefox e io voglio che si avvii chromium e il secondo è arrivato dopo aver letto questo post dei ragazzi di Linux4Netbook. Il primo problema sembrava facilmente risolvibile andando ad editare il file “menu.xml” dentro /etc/xdg/openbox andando a modificare la voce del web browser da quello predefinito per openbox a quello per che voi preferite che nel mio caso è chromium-browser, eccovi un esempio:

<item label=”Web browser”> <action name=”Execute”> <execute> chromium-browser </execute> </action> </item>

fatto questo tutto contento e felice vado a cliccare sulla voce web browser in attesa che mi si apra chromium ma openbox non mi cagata manco di striscio e continua ad aprirmi firefox.

Un po perplesso decido di usare obmenu un programma per editare il menu di openbox (trovato sempre grazie al post di Linux4Netbook) ma anche questo decide di prendermi per il culo infatti quando tentai di avviarlo con i super poteri (si servono quelli per editare il file menu.xml) lui non si avviava cosi indagando nel sito di obmenu scopro il problema lo risolvo ma sorpresa sorpresa root continua a prendermi per il culo:

dopo alcuni minuti di imprecazioni e bestemmie varie decido di giocare d’astuzia cosi salvo il lavoro di obmenu su documenti (ho usato l’opzione “salva con nome” di obmenu cosi mi sono creato un mio file “menu.xml”) poi ho avviato il pc con LXDE ho dato i super poteri a pcman e ho sovrascritto il file “menu.xml” su /etc/xdg/openbox poi ho riavviato openbox e la modifica al menu si è attivata automagicamente 😀

Tuttavia ancora adesso non riesco a comprendere il perché openbox non voglia farsi modificare il suo menu (forse perché è un processo in esecuzione anche se da top non lo vedo) e sopratutto perché root mi piglia per il culo quando il file è dove dovrebbe essere!

Misteri che forse solo Carlo Lucarelli potrà risolvere!

Update:

Su twitter mi è stato consigliato di andare a modificare “menu.xml” da ~/config/openbox e non da etc/xdg/openbox (se su config non è presente il file copiatelo da xdg) anche se io personalmente ho fatto un backup prima di modificare tale file e penso dovreste farlo anche voi prima di modificare qualsiasi file di sistema 🙂

Update #2:

Mistero risolto! Era colpa di uno “/” in meno infatti mi è stato svelato su twitter:

” devi spostare in /root/.config/openbox/ se sposti /root/.config/openbox (lo sposti nel file openbox nella cartella /root/.config “

:# /dev/null/