Back to Arch :D

Dopo un paio di mesi non ho resistito, il mio animo nerd mi spinge sempre verso nuove avventure e arch me ne offriva una nuova e succulenta su un piatto d’argento, ovvero installare e configurare arch su di un pc senza connessione di rete via cavo ma unicamente via wifi. Detto cosi sembra nulla ma le difficoltà non sono state poche tuttavia alla fine grazie ai ragazzi del forum di arch sono riuscito a connettermi via wifi da CLI e a lanciare un pacman -Syu dopo molto mesi 😀

Ora non so se ve lo ricordate ma la mia prima installazione di arch era stata effettuta sul mio piccino ma vista la sua dipartita ero rimasto senza arch quindi ho deciso di sacrificare il mio ambiente di backup (ambiente sostituito egregiamente dal mio nuovo disco esterno da 2TB) sul mio pc fisso vecchio (si trattava di una Linux Mint con LXDE) e di rientrare nel magico mondo degli archeri!

Dopo le iniziali difficoltà nel connettermi alla rete è stato tutto in discesa, ho aggiornato e configurato la mia arch in poco meno di mezz’ora e credetemi la soddisfazione è sempre grande (si ho avuto il tipico orgasmo alla fine dell’installazione che colpisce ogni archere) anche se si segue la completissima guida del wiki che ti guida passo passo nell’installazione/configurazione. Il sapere esattamente come è formato il tuo sistema e cosa vi è installato ti da una sensazione di potere illimitato stile Jedi/Sith quando usano la forza °_°

Quindi ora sul mio fisso vecchio la mia storica Debian Sid è afficanta da Arch, in pratica è il paese dei balocchi per gli smanettoni *_*

Vi lascio uno screen della mia arch+xfce4 per assecondare il mio spirito da sborone:

ecco lo screen del mio desktop 😀

:# /dev/null/

PS: Oggi Mamma debian compie 18 anni quindi auguri mammina io ti amo sempre e comunque anche se sto palpeggiando le tette arch 🙂

PS#2: Non vi preoccupate appena posso testerò anche KDE 4.7 *_*

PS#3: E si adesso c’è l’ho ancora più lungo mhauhauhauauahhau!!

Links il browser testuale figo

Oggi grazia a KoalaLorenzo ho scoperto Links un browser web che si usa da terminale proprio come w3m.

Links è davvero un browser molto completo, premendo il testo “esc” è possibile accedere un menù davvero completo:

ecco links al primo avvio

A si per avviarlo si apre il terminale (ma no!) e si scrive “links”, ma ovviamente prima bisogna installarlo quindi: sudo aptitude links

Ora una volta che l’abbiamo installato e avviato premiamo il tasto “esc” e adiamo su “Setup>Language” e selezioniamo l’italiano 😀

settiamo la lingua italiana

Ora siamo pronti per sfruttare la funzione principale di Links, ovvero navigare, clicchiamo sul menù link e inseriamo un url:

ecco per esempio il mio url

ecco per esempio possiamo visitare il mio blog

Una volta giunti alla pagina desiderata possiamo comportarci come su ogni tipo di browser, seguire i link ,fare una ricerca nella pagina ecc. Ovviamente possiamo dimenticarci tutti quegli elementi quali immagini, video e “giavashift” che rallentano inutilmente la navigazioni.

:#  dev/null

Quella figata di volpino!

Ok tempo fa avevo già provato la beta di Firefox 4 ma all’epoca era dotata solo di migliorie in termini di prestazioni come velocità di avvio e consumo di risorse (ora paragonabili a quelli di chromium), ma ultimamente avevo voglia di qualcosa di più grafico da provare e guarda caso l’ultimo rilascio di Firefox cade proprio a fagiolo infatti la quarta beta del volpino esordisce con una nuova super mega figata come quelle che piacciono tanto a noi 😀

Vi sto parlando ovviamente delle nuova gestione delle tab:

eccovi la figata in azione

La trovo utilissima se come me spesso ci si trova ad avere trentordici tab aperte e spesso ci si confonde!

Firefox ci ha introdotti ad un nuovo modo di razionalizzare le pagine aperte, i gruppi che andremo a creare infatti conterranno solo le tab selezionate mentre le restanti tab si andranno ad allocare in altri gruppi oppure singolarmente, cosi da non farci più confondere e da rendere l’interfaccia di Firefox meno confusionaria 😀

Tuttavia ancora per me non ci siamo, infatti la nuova grafica promessa non è stata ancora introdotta e mi ritrovo ancora con un layout che non sopporto (forse a causa dell’utilizzo prolungato di chromium) e oltre tutto nessuna delle estensioni che uso è disponibile per Firefox 4.

Tuttavia ho trovato una nuova funzione integrata che gestisce i nostri bookmarks cosi come avviene su chromium è questo mi è piaciuto molto anche se adesso non se passare a questo oppure restare ad Xmarks:

ecco il nuovo tools di sincronizzazione dei bookmarks

A parte queste due novità Firefox 4 rimane quello di prima scattante e con consumi molti ridotti rispetto alla versione 3.x 😀