Back to Windows Phone

Rieccomi qui dopo *soli* 5 mesi di assenza. Speravate che questo blog fosse ormai stato abbandonato dalla mia persona vero? E invece no! Rieccomi qui con i miei typo e il mio solito flusso di coscienza, più o meno spinta. Come avrete intuito benissimo dal titolo vi annuncio che sono tornato su Windows Phone e lo uso come OS mobile principale. Sono relativamente soddisfatto dalla mia scelta visto che i bonus sono stati molti ma ho anche notato diversi “malus” che compongono Windows Phone e il suo modo di gestire l’esperienza utente.

Non voglio dilungarmi sull’user experience WP VS Android, la questione non è nulla di drammatico, l’unica cosa che mi manca è la possibilità di condividere link/audio/video con tutte le app installate. Su Android posso farlo mentre su WP no e devo prima aprire l’app e poi selezionare dalla galleria, che ci mette un po a caricare stranamente, il file che vogliono aprire. Di solito le app che ti permette di usare con il tasto share sono: Whatsapp, Twitter e poche altre. E io che uso molto Telegram e un client Twitter alternativo (si chiama Fenice ed è molto bello) rimango un po inculato. Però si tratta di un comportamento random, infatti alle volte mi presenta anche le suddette app mentre altre volte se ne dimentica e mi fa vedere solo tre app in croce, secondo me ha dei problemi con la lista di app, alle volte le trovate tutte mentre altre volte se le perde perché si droga evidentemente. Sono dei piccoli difetti che spero vengano sistemati in Windows 10 Mobile.

Come forse alcuni ricordano (c’è qualcuno che legge ancora queste pagina? Dubito, scrivo solo per me stesso temo) sono un felice possessore di un Nexus 4 e per un anno mi ha servito senza problemi. Solo che mese dopo mese l’autonomia della batteria iniziava drasticamente a calare fino ad impedirmi di raggiungere l’ora di pranzo se lo lascio in 3G/Wifi. Ora io non pretendo due settimane di autonomia, ma DIOBIBBITARO CHE ALMENO MI DIA 12 ORE. Ovviamente non posso pretendere molto da un device di fine 2012, all’epoca quando il produttore dichiarava 15 ore era già tanto, senza contare che già di suo la batteria del Nexus 4 non è proprio di dimensioni generose.

Dunque dopo un anno e passa da felice utente Android ho deciso di migrare verso altri lidi principalmente per il fattore autonomia, non parlo dei bug di Lollipop perché so che non è colpa del telefono in se ma di chi ottimizza il sistema. Il device da me scelto è il bellissimo Lumia 640 XL, il colore questa volta è bianco sperma, perché sono andati via come il pane e al negozio chi me l’ha regalato non ha trovato il colore arancione da me preferito (visto che non fanno più le cover gialle porcamerda).

Poco male su Amazon ci stanno le cover ufficiali di Microsoft e appena mi stanco ne compro una nuova arancione radioattivo o blu puffo.La batteria mi dura, anche con uso intenso, un giornata intera senza problemi, lo stacco dalla carica alle 7 per andare a mare e alle 23 sta al 20% di batteria dopo una giornata in Wifi/4G con varie foto scattate, l’uso del GPS e i soliti social network con i porni.

P1110336

Il device in se è davvero figo a vedersi, 6 pollici di schermo con risoluzione 720p che non è male anche se avrei gradito il 1080p ma per 250€ non posso pretendere il top. Ah si ovviamente ho preso la variante LTE in modo da fruttare il 4G Wind che in queste due settimane si è comportato davvero bene, anche se di solito non superavo i 12mega in download ma probabilmente dipende dalla rete Wind palermitana.

wp_ss_20150807_0001

Però dai non mi lamento, riesco a prendere rete anche in posti dove prima mi disconnettevo e non ho problemi in chiamata quindi ok. Il display è davvero bello e il sensore di luminosità fa il suo sporco lavoro senza battere ciglio, permettendomi di vedere al sole senza poi abbagliarmi al buio. Il comparto audio diciamo che lascia a desiderare, la cassa spara molto e la suoneria (non c’è più il Nokia tune sic) si sente anche a distanza ma quando riproduco un brano inizia a vibrare e distorce il suono. Ve l’ho detto che Windows Phone 8.1 non riproduce i flac? Mi sono cadute le braccine quando l’ho letto, visto che la mia musica sulla microSD non veniva vista dall’app di WP.

Be in realtà riesco a farlo con VLC, siano benedetti i developer, ma non posso riprodurli in background quindi mi tocca tenere aperta l’app di VLC e quando il display si spegne la musica si ferma perché Windows è cretino. Con Windows 10 Mobile dovrebbe arrivare il supporto ai flac quindi CAZZOMICROSOFTSBRIGHETE! Nessun problema audio con i video su youtube, ottima l’app Tubecast anche se alle volte crasha a random, infatti si sentono molto bene anche in luoghi rumorosi anche se di solito uso le mie fide cuffiette.

P1110340

Passando ad un aspetto che mi interessava particolarmente ovvero la fotocamera. Su Nexus 4 la messa a fuoco era lenta con qualsiasi applicazione ma per il resto faceva foto decenti. Il Lumia 640 XL fa foto migliori, grazie all’ottica da 13megapixel, e al pari della mia attuale digitale da 10megapixel. Ovviamente quando c’è poca luce soffre molto e dopo lo scatto l’app del telefono cerca di migliorare come può l’immagine con alcuni filtri, certo non è nulla di eccezionale dunque quando si può meglio usare il flash.

Il device si presta bene anche per fare gli autoscatti al mio cazzo grazie alla fotocamera frontale da 5megapixel anche se esiste un app di Microsoft che ti permette di farti dei selfie con la fotocamera principale grazie ad un sistema di avvisi sonori che ti consentono di scattare in modo decente senza guardare il display.

wp_ss_20150807_0002

Tornando a parlare del display, è davvero bello cazzo se guardo display più piccoli mi viene la claustrofobia, i video si vedono molto bene e anche l’angolo di visuale è buono e quando mi distendo per vedere i video sul divano/letto non ho problemi a posarlo sul cuscino.

Se da un lato le app di Microsoft sono davvero ottime quelle dei terzi lasciano un po a desiderare. Molte sono ancora in beta e presentano dei bug fastidiosi come ad esempio l’app di Telegram che alle volte si impicca e non invia/scarica audio o foto. Altra app invece hanno delle UI da “ultimare” ma alla fine si vive bene anche se ci sono delle app che non ho trovato tipo quella di Teamspeak o di VVVVID e il gioco di Love Live.

Delle prime due posso fare a meno visto che comunque ho sempre il Nexus 4 come secondo telefono, mentre mi sarebbe piaciuto giocare con le mie idol preferite su un display più grande. Perdonami Nozomi giuro che tornerò a giocare con te il prima possibile. Detto questo vi lascio che sono stato abbastanza logorroico.

PS: ah si dimenticavo, la barra dei tasti si può nascondere in qualsiasi momento senza problemi con uno swipe verso l’alto, capito Google?

:# /dev/null/

KDE4 mi gestisce la batteria della tastiera: sono commosso

Dopo un anno di utilizzo della mia Logitech K750 finalmente KDE ha deciso di svegliarsi e mostrarmi la notifica della batteria residua. Non so da cosa possa dipendere, forse nelle ultime versioni hanno fixato qualche problema inerente alla gestione energetica oppure bho, magari a KDE non gli era simpatica la tastiera.

batteria tastiera su kde2

Sono commosso, queste cose non le ho manco su Windows 8.1 dove il sistema mi installa l’applet di Logitech che non è proprio il massimo visto che per mostrarmi la carica si deve aprire proprio il programma mettendosi davanti a quello che ho già aperto (tipo mentre sono in gioco, cosa che alle volte mi ha portato ad essere headshottato di brutto).

Spero che con Plasma 5 questa feature venga mantenuta perché sapere quando mi si sta per scaricare la tastiera (cosa non rara se come me giocate molto) è davvero molto utile.

:# /dev/null/

PS: scusate il titolo poco ispirato ma era l’unico che mi veniva in mente

#PCMASTERRACE

Finalmente vi scrivo dal mio nuovo pc turbosburlo/megapawer/curvatura9.5/albardaspaziale/cazzi e mazzi. Fondamentalmente scrivo questo post perché il signor Fexys mi ha chiesto di elencargli tutti i componenti che ho comprato per assemblare la mia nuova bestiolina.

Dunque partiamo dal case, elemento che oggi va considerato bene visto che determinerà il futuro della vostra macchina, se comprate un case piccolo potete scordarvi di montare determinate GPU, io personalmente ho scelto un mid-tower Zalman Z11 Plus.

Dopo la scelta del case sono passato alla selezione del “core” della mia macchina ed essendo un giocare pc ho deciso di investire in una CPU Intel I5 4690K. La K finale indica la possibilità di overclock, non ho intenzione di overcloccare la mia CPU ma non si sa mai, quindi mi sono lasciato questa porta aperta (previo acquisto di un dissipatore pro con pasta termica di qualità).

Successivamente ho scelto la scheda madre, volevo qualcosa che potesse darmi almeno 6 porte USB visto che nel mio precedente pc ne avevo solo 4 e dunque dovevo usare due HUB USB. Quindi alla fine la mia scelta è ricaduta sulla MSI Z97-G43. Non si tratta dell’ultimissimo modello della MSI ma comunque mi da ben 4 porte USB 3.0 e due USB 2.0. Inoltre questa mobo permette l’overclock della CPU di base, quindi in futuro potrò sfruttare al 100% la mia CPU.

Successivamente ho scelto Ram e alimentatore, li ho presi entrambi della Corsair fidandomi delle recensioni di utenti su Amazon. Si tratta di 8GB di Ram Corsair Vengeance e dell’alimentatore modulare Corsair CS650M. Ho preso solo 8GB di Ram perché oggi non c’è nessun gioco che ne richiede di più, quindi ho scelto di risparmiare 100€, che ho poi reinvestito su un alimentatore più potete perché in futuro prevedo di montare GPU con consumi molto maggiori di quella che uso adesso.

Alla fine ho scelto l’SSD, ho preferisco prenderne uno piccolo da 120GB perché per montarci sopra Windows 8.1 e Linux bastano e avanzano 60GB l’uno. Ho acquistato un Samsung Evo 840 e mi trovo davvero bene, i tempi di avvio degli OS e delle applicazioni sono notevolmente ridotti, in pratica l’avvio è quasi istantaneo! E quando apro i file dai miei HDD si nota molto la differenza di prestazioni.

Una volta montato tutto ho cannibalizzato dal mio vecchio pc la GPU ovvero una Nvidia GTX 650 da 2GB (la versione della ASUS).Si tratta di una GPU di fascia medio-alta che offre, ad un prezzo davvero basso, ottime prestazioni e ancora oggi dopo un’anno dal suo acquisto possono giocare a dettagli alti col 90% dei giochi che ho su Steam.

(Update: Dopo qualche mese ho preso una GPU turbosburlomodannoincarrozza ovvero una Nvidia GTX 970, sempre dell’ASUS)

In totale ho speso la stessa somma che avrei dovuto spendere per una console nexgen più un gioco (tipo i bundle che si vedono in giro), però in questo caso ho ancora i mie giochi su Steam (non li ho dovuti nemmeno riscaricare visto che non ho formattato i mie vecchi HDD) mentre con le nuove console avrei dovuto mettermi a 90 e ricomprare le versioni “Remastered”. 

(Update: con la GPU nuova ho sforato di molto quella somma più qualche giorno LOL)

Ho voluto regalarmi questo upgrade perché la mia vecchia macchina aveva ormai 5 anni alle spalle e iniziava a dare segni di cedimento strutturale. Tipo il tasto il power si è rotto e ho dovuto incollarlo con il nastro adesivo oppure le porte USB frontali che funzionavano quando le pregavi in coreano. Detto questo vi lascio rosicare in pace.

:# /dev/null/

PS: fortunatamente non ho avuto problemi con Linux e UEFI 😀