Sbavando sul pc: La mia Sexy Debian :D

Ultimante sono stato usurpato dal mio trono regale per diversi giorni (causa vacanza di mio padre+Vairus) quindi ho avuto relativamente poco tempo per smanettare con la mia debian.

Tuttavia questa sera per concezione divina, mio padre ha lasciato il trono del pc fisso e si è andato a distendere in soggiorno (forse a causa del 35 pollici HD piazzato in soggiorno, forse anche a causa di StarWars) quindi questa sera ho avuto nelle mie mani la televisione di camera mia (su cui ho goduto con guerre stellari) e la mia Debian box 😀

Ordunque mi sono messo a smanettare su di essa per renderla più gradevole, il lavoro da fare è più lungo del normale perché sia Gnome che KDE offrono strumenti più semplici di personalizzazione mentre Openbox ed LXDE non sono ancora user friendly al 100%.

Ma andiamo con ordine:

Tema generale:

Allora come bordo finestra e bottoncini “chiudi”, “riduci ad icona”, “massimizza” ho lasciato quelli standard del tema Onyx.

Ma questo usava il colore d’interno un po troppo chiaro cosi ho installato il tema “Inspiration” (senza usare i bordi delle finestre solo i colori interni) che è più sul grigio (molto simile ai colori di KDE).

Per installare il tema ho scompattato la cartella su /usr/share/themes (avendo i privilegi di utente root che si possono ottenere da terminale con il comando “sudo nautilus” o con il vostro file manager preferito).

Icone:

Con lo stesso procedimento ho installato le icone che si chiamano “Awoken“, cambia solo il percorso: /usr/share/icons

Una volta installati il tema generale e le icone dobbiamo impostarli quindi andiamo su preferenze>aspetto e le selezioniamo:
Ecco siamo già a metà dell’opera 😀

Dock:

Be come in tutti i mie sistemi non poteva mancare un dock, visto che né KDE né LXDE usano compiz come gestore di composizione (per validi motivi) mi sono rivolto a Cairo-dock che avevo sempre snobbato per la sua eccessiva voglia di fronzoli ma che adesso ho rivalutato, infatti una volta ripulita dalle trentordici cose inutili essa si presenta leggere e funzionale (certo non è docky ma è già meglio di Daisy, il plasmoide che uso su KDE).

Su debian-sid basta dare un semplice comando per installare l’ultima versione disponibile 😀

sudo apt-get install cairo-dock

Questo comando si tirerà dietro tutte le sue dipendenze necessarie, alla fine ve la ritroverete su strumenti di sistema>Cairo-dock

La cosa che mi ha colpito è la possibilità di avviare la dock con OpenGL o senza (io ho scelto senza).

Ovviamente la dock necessità (per funzionare umanamente) di un gestore di composizione, io ho scelto il fedele “xcompmgr” già usato in precedenza per far partire AWN sul mio piccino 😀

Quindi diamo un bel sudo apt-get install xcompmgr

e poi con la combinazione di tasti “alt+F2” lo avviamo:Per far avviare xcompmgr ad ogni avvio di sistema ho dovuto rifletterci un po su, allora se usiamo Gnome possiamo andare a guardare il post riguardante AWN, ma se usiamo Sidux che è stata pensata per KDE la cosa è un po diversa, infatti io sono andato su Preferenze>impostazioni di sistema>avanzate>Avvio Automatico>Aggiungi Programma.

Di qui poi ci andiamo a cercare xcompmgr che sta nella cartella /usr/bin/ e lo selezioniamo.

Cosi ad ogni avvio di sistema il demone di xcompmgr si avvierà e resterà in background. (sempre se volete che cairo si avvi con il sistema altrimenti potere avviare ogni volta xcompmgr a mano usando “alt+F2”).

Bene adesso manca solo il tocco finale, la ciliegina sulla torna, ovvero il wallpapers 😀Figo è ?!

Se cercate “Debian wallpapers” su guugle lo troverete ma dovrete sfogliare ventordici pagine quindi ve lo linko qui 😀

Eccovi altri due screen:
Bene abbiamo finito, il trucco per la nostra sexy Debian è ultimato! 😀

Consiglio di festeggiare ascoltando/godendo con questo video.

#: /dev/null 😉

PS: Ringrazio Streetcross perché il suo post mi ha dato una grossa mano, infatti non avrei mai capito come installare i temi e le icone, senza di lui non avrei potuto realizzare questo post.

Firefox 3.6 su Debian!

Ok con tutto il rispetto per lo zio richard ma io personalmente mi sono rotto di Iceweasel visto che è fermo alla versione 3.5.9, mentre su Firefox siamo già alla 3.6.3

Cosi spinto dal mio amore per il volpino di fuoco ho deciso di scaricare dal sito di mamma mozilla l’ultima relese stabile di firefox e di installarla sul mio sistema.

Una volta scaricato il tar.gz2 mi è tornato in mente che firefox, come molti altri programmi per il pinguino, si può avviare anche senza installazione, in oltre iceweasel usa le stesse cartelle e le stesse dipendenze del volpino quindi in teoria non dovremmo installare di nuovo i nostri addons.

Quindi ho decompresso il file tar.bz2 di firefox sulla mia home, sono andato dentro la cartella decompressa e ho cliccato sul file chiamato “firefox”:

E magicamente Firefox si è avviato! Con tutti i miei addons e i mie bookmarks già caricati!
Cosi tutto contento apro il gestore del menù di KDE e aggiungo la voce di firefox:
Una volta fatto ci ritroveremo firefox nel menù e potremo aggiungere il lanciatore anche sulle nostre dockbar 😀

We Love Firefox

PS: io personalmente ho usato quest’icona al posto di quell’ufficiale 😀

Le mie K #5: KcheckGmail

“Uuuuaaaa” La mia prima impressione quando sono venuto a conoscenza del demone che si occupa di notificarmi le nuove mail di gmail.

“Ma @#@[@#@” le mia parole dopo aver provato quel demone (un nome azzeccato in questo caso).

Ma partiamo dal principio, allora installo sto demone:

sudo apt-get install kcheckgmail (non so se è presente anche nei repo di ubuntu)

Avvio e lo configuro:

Ok si avvia e…..mi restituisce un errore criptico:
Aaaaaaaaaa e che ca$$o significa?!

Aprendo il manager del demone mi sorge un dubbio:
Vedete nel form della password ? Si ecco quei tre puntini NON sono la mia password che è composta da molte più lettere e numeri, quindi o sono stato io a sbagliare (visto che avevo più finestre aperte contemporaneamente magari ho digitato solo parte di essa e non me ne sono accorto) oppure chissà per quale motivazione divina si ostina a inserire la password che vuole lui.

Anche perché non riesco ad accedere al portafoglio di sistema con tutte le sue relative password e impostazioni (cosi da poter vedere la password che si è salvato), infatti nel menù non lo trovo e e sulle impostazioni di sistema non vi è traccia di esso (su gnome invece è presente nel menù di sistema).

Voi avete questo problema ? Sapete come accedere al portafogli ? Usate altri demoni simili ?