Resettare tastiera meccanica Corsair Strafe RGB

Panico  e terrore quando dopo che se ne è andata la luce più volte in casa la mia tastiera si è letteralmente “incantata”. La mia amata meccanica Strafe RGB infatti si era bloccata e non mi faceva nemmeno loggare sul sistema.

Era inceppata dentro un loop di cicli di colore. Dopo essermi loggato con un altra tastiera ho notato che la meccanica non era nemmeno rilevata dall’utility di Corsair, cosi mi sono messo a cercare in rete una soluzione.

Ho trovato svariata gente che parlava di un tasto di reset, si trattava il classico tastino da attivare con uno stuzzicadenti (quanto li odio), ma dopo averlo tenuto premuto la situazione non cambiava.

Cosi sudando freddo e bestemmiando come un beduino ho cercato altre soluzioni fino a che non ho trovato questo video su Youtube. Il tizio in questione aveva il mio medesimo problema e l’ha risolto cosi:

chrome_2017-03-26_00-06-34

Dunque staccare i cavi USB della Strafe RGB, ora riattaccarli e al contempo tenete premuto il tasto ESC. Dopo una decina di secondi di pressione staccate il vostro ditino dal tastino e la tastiera dovrebbe resettarsi da sola venendo anche riconosciuta dal sistema.

:# /dev/null/

#PCMASTERRACE

Finalmente vi scrivo dal mio nuovo pc turbosburlo/megapawer/curvatura9.5/albardaspaziale/cazzi e mazzi. Fondamentalmente scrivo questo post perché il signor Fexys mi ha chiesto di elencargli tutti i componenti che ho comprato per assemblare la mia nuova bestiolina.

Dunque partiamo dal case, elemento che oggi va considerato bene visto che determinerà il futuro della vostra macchina, se comprate un case piccolo potete scordarvi di montare determinate GPU, io personalmente ho scelto un mid-tower Zalman Z11 Plus.

Dopo la scelta del case sono passato alla selezione del “core” della mia macchina ed essendo un giocare pc ho deciso di investire in una CPU Intel I5 4690K. La K finale indica la possibilità di overclock, non ho intenzione di overcloccare la mia CPU ma non si sa mai, quindi mi sono lasciato questa porta aperta (previo acquisto di un dissipatore pro con pasta termica di qualità).

Successivamente ho scelto la scheda madre, volevo qualcosa che potesse darmi almeno 6 porte USB visto che nel mio precedente pc ne avevo solo 4 e dunque dovevo usare due HUB USB. Quindi alla fine la mia scelta è ricaduta sulla MSI Z97-G43. Non si tratta dell’ultimissimo modello della MSI ma comunque mi da ben 4 porte USB 3.0 e due USB 2.0. Inoltre questa mobo permette l’overclock della CPU di base, quindi in futuro potrò sfruttare al 100% la mia CPU.

Successivamente ho scelto Ram e alimentatore, li ho presi entrambi della Corsair fidandomi delle recensioni di utenti su Amazon. Si tratta di 8GB di Ram Corsair Vengeance e dell’alimentatore modulare Corsair CS650M. Ho preso solo 8GB di Ram perché oggi non c’è nessun gioco che ne richiede di più, quindi ho scelto di risparmiare 100€, che ho poi reinvestito su un alimentatore più potete perché in futuro prevedo di montare GPU con consumi molto maggiori di quella che uso adesso.

Alla fine ho scelto l’SSD, ho preferisco prenderne uno piccolo da 120GB perché per montarci sopra Windows 8.1 e Linux bastano e avanzano 60GB l’uno. Ho acquistato un Samsung Evo 840 e mi trovo davvero bene, i tempi di avvio degli OS e delle applicazioni sono notevolmente ridotti, in pratica l’avvio è quasi istantaneo! E quando apro i file dai miei HDD si nota molto la differenza di prestazioni.

Una volta montato tutto ho cannibalizzato dal mio vecchio pc la GPU ovvero una Nvidia GTX 650 da 2GB (la versione della ASUS).Si tratta di una GPU di fascia medio-alta che offre, ad un prezzo davvero basso, ottime prestazioni e ancora oggi dopo un’anno dal suo acquisto possono giocare a dettagli alti col 90% dei giochi che ho su Steam.

(Update: Dopo qualche mese ho preso una GPU turbosburlomodannoincarrozza ovvero una Nvidia GTX 970, sempre dell’ASUS)

In totale ho speso la stessa somma che avrei dovuto spendere per una console nexgen più un gioco (tipo i bundle che si vedono in giro), però in questo caso ho ancora i mie giochi su Steam (non li ho dovuti nemmeno riscaricare visto che non ho formattato i mie vecchi HDD) mentre con le nuove console avrei dovuto mettermi a 90 e ricomprare le versioni “Remastered”. 

(Update: con la GPU nuova ho sforato di molto quella somma più qualche giorno LOL)

Ho voluto regalarmi questo upgrade perché la mia vecchia macchina aveva ormai 5 anni alle spalle e iniziava a dare segni di cedimento strutturale. Tipo il tasto il power si è rotto e ho dovuto incollarlo con il nastro adesivo oppure le porte USB frontali che funzionavano quando le pregavi in coreano. Detto questo vi lascio rosicare in pace.

:# /dev/null/

PS: fortunatamente non ho avuto problemi con Linux e UEFI 😀

Dai retta al tuo Sysadmin!

Com’era quel detto ? Dai sempre retta al tuo Sysadmin che ti trovi bene ed eviti casini vari ?

Ma un momento piccolo preambolo, in pratica sono io che gestisco le macchine di casa, due fissi e due portatili che sono praticamente amministrati dal sottoscritto anche se gli altri spesso hanno licenza di fare cazzate un account root([Update]ora ho limitato i poteri della sorella anche sul suo portatile) (nel caso di mio padre un account administrator visto che dice usare winfrost icspì, ma passa il 90% del tempo su Ubuntu). Quindi anche se in piccolo (e con meno di un decimo di conoscenze ed esperienza di un vero Sysadmin) mi reputo il Sysadmin di casa, e come al solito tutti i casini vengono al mio pettine prima o poi.

Ora molto tempo fa io dissi a mio padre di cercare di tenere un po in ordine il vecchio pc fisso, magari di pulirlo o almeno di rimuovere qualcosa da li dentro. Ora non so se lo sapete ma il pc ha circa 9 anni (non ricordo l’anno esatto in cui lo presi e comunque già all’epoca non era proprio all’avanguardia) quindi si ritrova con connettori PATA e con diversi altri ingressi e porte che servivano per connettere vecchie schede grafiche (fortuna che ha anche un ingresso PCI), lettori floppy e altre robe usate all’epoca vittoriana.

Uno di questi ventusi marchingegni era ancora attivo sino ad oggi, infatti avevo ancora un lettore floppy collegato alla scheda madre. Il che sarebbe stato bello se mio padre non avesse fatto volare (anni fa) dalla finestra due scatoloni pieni di floppy disk perché lui non li usava (le penne USB sono arrivate a casa nostra molto presto) e perché mia madre gli aveva dato un ultimatum o i dischi floppy o lui. Quindi sono anni che quale lettore stava li per pure bellezza e nostalgia dei bei tempi (che vi crete io ci sono nato con i dischi floppy e li ho usati spesso nei mie primi 3 pc, questo di cui vi parlo è il quarto).

Però più volte nel tempo avevo fatto richiesta per poterlo sostituire magari con un lettore di schede o anche solo scollegarlo visto che il suo connettore è un cavo enorme che attira polvere a caldo come fosse la ventola del processore!

Ma andiamo ad oggi, mio padre esasperato mi propone di risolvere il problema di boot del pc. In pratica da diverso tempo il pc vecchio se non lo si riavviava forzatamente per almeno 5 o 6 volte si ostinava ad inchiodarsi prima della schermata di grub facendo strani rumori (come se fossero dei cali di tensione improvvisa).

Padre: Secondo me è colpa di Linux.

Io: si certo ogni volta è colpa sua, ma come può un OS che neanche è avviato impedire di far avviare grub!?

Padre
: allora è colpa di brub perché non avvii Linux col bootloader di windows?

Io: Primo si dice grub, secondo non posso perché Bill Gates non vuole e terzo l’ho appena ripristinato quindi non può essere lui, secondo me è qualcosa di vecchio e sporco aka il lettore floppy, infatti l’ho visto lampeggiare a vuoto più volte.

Padre: No che dici! Per me sono i lettori Dvd.

Io: ne dubito ma proviamo.

Sgrunt, sprang, sprant, spunt…Diverse nuvole di polvere dopo e dopo vari tentavi di staccare i connettore dei lettori Dvd (vi ho già detto che non hanno il connettore SATA vero? Ma uno di quelli vecchi e grossi!) senza evirare altre cose…

Io: bene schissa il tasto Power e vediamo se solo loro.

Il padre avvia il pc e non si avvia grub e si sentono i soliti strani rumori.

Io: bene non sono i lettori dvd avanti un altro, spero non sia l’alimentatore, per sicurezza proverei prima col disco floppy…

Padre: secondo me è sta scheda video, non mi è mai piaciuta yada yada yada consumi inutili, bla bla bla è enorme, rumorosa e polverosa, yada yada yada io non la uso bla bla bla [mettete qui altre sue elucubrazioni a caso e dopo 10 minuti].

Io: ok proviamo a staccare sta benedetta scheda video.

Split, splot, scrang, flut…diverse nuvole di polvere dopo isoliamo l’alimentazione della scheda video (la scheda è PCI ma vuole anche l’alimentazione diretta dall’alimentatore, perché è stata progettata cosi visto che è PCI non l’ho mai capito).

Padre: ok avvio…

Io: no aspetta dobbiamo connettere la presa VGA del monitor alla scheda madre perché adesso la scheda video è senza alimentazione…

Padre: no vabbè fa da sola!

Io: non credo…

Il padre avvia e ovviamente il monitor ci mostra un fantastico ed esaltante schermo nero in alta definizione, quindi sposta il pc stacca la presa VGA dalla scheda video, attaccala alla scheda madre, avvia pc, vedi che grup non parte e continuano quegli strani rumori, spegni pc e avanti il prossimo!

Io: vedi non è la scheda video, ora vorrei provare il lettore floppy…

Padre: ma che hai contro sto lettore ? Che ti ha fatto di male?

Io: È vecchio, non lo si usa mai e porta solo polvere!

Padre: io invece penso sia uno dei dischi fissi, forse quello con su Linux…

A sto punto mi scatta un raptus omicida, e dirigo le mani verso il collo del padre il connettore del lettore floppy, lo tiro via a forza e nella nuvola di polvere che si è creata avvio il pc e lui tutto tranquillo boota che è un piacere, senza strani rumori, senza rallentamenti e senza bestemmie!

Padre: mi sa che avevi ragione…

Io: La prossima volta ascolta il tuo Sysadmin!!

Padre
: il che?

Io: lascia perdere e ora pussa via!

:# /dev/null/

PS: se vi interessa eccovi uno dei vecchi connettori che ho evirato (era proprio quello del fottuto lettore floppy!)

ecco il connettore del bastardo!