Ci piace MiniTunes :D

Salve ragazzi bentornati, dopo alcune giornate/nottate passate a fare scorrerie su twitter adesso sono tornato a testare programmi 🙂

Il programma che oggi è incappato in me è stato MiniTunes il lettore musicale creato da Flavio Tordini lo stesso creatore di MiniTube programma da me recensito qualche tempo fa.

Ma veniamo ai fatti:(io mentre vengo ai fatti….con delle ciambelle!)

Allora come forse avrete intuito (o saputo visto che di recente molti blogger famosi ne hanno parlato) MiniTunes è un lettore musicale che si ispira ad Itunes (ma no? Un altro ? Ancora Itunes ?….e si).

Andiamo subito alle mie opinioni spicciole (che poi sono quelle per cui venite a leggermi xD):

Il programma è altamente sbavoso, cosa che notiamo subito delle immagini del sito ufficiale (che stranamente sono realizzate su OSX…ma anche non stranamente), ma solitamente quello che è sbavoso su OSX non lo è su Gnu/Linux o windows, cosi ho scariato i binari per sistemi a 32bit (gli unici disponibili) e ho testato il tutto sulla mia sidux.

Ora essendo sidux una distro KDE non ho avuto nessun problema ad avviarlo ma voi cari amici che state sullo gnomo dovrete installarvi tipo mezzo KDE per provare MiniTunes infatti il programma è scritto in QT.

Una volta avviato (basta un semplice doppio click sul file binario) il programma si mostra cosi: (no scusate immagine sbagliata….ma cmq questo è l’argomento più discusso tra i miei followers)

Tipica schermata iniziale di benvenuto che ci chiede di indicare la nostra cartella musicale/divina, cosi gli do in pasto la mia (di pochi GB su KDE) e lui se la mangiata in pochi secondi:
Ed ecco che saremo subito pronti a godere/sbavare della nostra musica
La visualizzazione a copertina mischiata all’elenco dell’album è una cosa figherrima/mistica che è perfetta per quelli che scar…comprano interi album (grazie anche all’ausilio della nostre torrentCard).

Oltre a questo è possibile (come su amarok) visualizzare il testo della canzone e alcune informazioni interessanti su l’album:
(ecco grazie al tastino “info” otterremo questa figherrima/sbavosa schermata)

Il programma è questo cosi come le vedete (si be siamo ancora alla relese 0.1 ma non ho rilevato crash o imperfezioni) ha solo le funzioni essenziali (si possono anche creare playlist ma io non ne faccio un grande uso).

Altra cosa che vorrei sottolineare (oltre alla sua immensa sbavosità) è la sua leggerezza rispetto a molti alti player musicali (chi ha detto Banshee o Rhytmcoso ?), cosa sicuramente dovuta all’utilizzo delle QT.
(notare il piccolo consumo di CPU e di memoria occupata in riproduzione di una traccia audio)

Detto questo vi comunico che ho deciso di inserirlo nella mia dock (ma non ho eliminato amarok) e nel menù di KDE:
(Notare l’icona davvero bella che si integra con tutti i tipi d’ambiente 😀 la trovate dentro il file che scaricate)

Quando uscirà un nuovo update del programma basterà sovrascrivere la cartella che ho scompattato nella mia home è il gioco è fatto 😉

PS: Si oggi ho usato in modo smisurato i termini “sbavoseria” e “figoseria”

PS#2: Si ero scettico nei confronti di tale programma perché solitamente ciò che è programmato per un OS non sfonda quasi mai su di un altro OS, ma anche stavolta Flavio non si è smentito 😀

PS#3: Ma il dover installare mezzo KDE non me gusta affatto >_>

PS#4: A si il programma è sotto GPL quindi sono disponibili anche i sorgenti, cosi se volete dare un mano siete liberi di farlo 🙂

Update:

Ok non ho saputo resistere ho “installato” minitunes anche sulla mia cara Isadora 😀
Ho usato i soliti binari e ho installato le dipendenze necessarie per usarlo su Gnome, anzi “la” dipendenza necessaria visto che usando da tempo K3b avevo molte librerie di KDE già presenti sul mio sistema.

Tuttavia poco dopo l’installazione ho scoperto che era proprio quella stessa dipendenza a non farmi sentire una “beneamata minkia” quindi come consigliato da Flavio l’ho prontamente brasata dal mio sistema 😀 (se notate sotto le dipendenze da installare c’è una voce che dice “No Sound?” ecco la spiega tutto).

Audacious il Player più leggero che ci sia

Salve ragazzi ben tornati, dopo le DueRisate torno alle mie recensioni di software open. Oggi sempre alla ricerca di codice fresco da recensire ho scoperto un piccolo player davvero ottimo che si rivela perfetto per le macchine più datate, il suo nome è Audacious.
Audacious si presenta ai nostri occhi in una aspetto decisamente minimalista molto scarno all’apparenza ma totalmente personalizzabile, infatti dentro di esso sono integrati, codec, skin e plug-in aggiunti tutti reperibili dal sito ufficiale del programma.
Come detto prima il suo consumo di risorse è minimo vista la sua minuscola interfaccia (io che sono abituato ad avere Banshee sempre a schermo intero è stato scioccante vedere sto cosino la prima volta).

Tuttavia il suo aspetto spartano nasconde una grande potenza, infatti esso dispone di un equalizzatore di tutto rispetto e di una pannello di setting eccellente dove vegono gestite le skin, plug-in, codec , playlist, connettività al web, replay e modalità di riproduzione, gestione audio, font ed altro.

Il programma è presente nei repo di ubuntu ed è quindi possibile installarlo col gestore di pacchetti oppure col comondo comando da terminale:
sudo apt-get install audacious

Kantaris il player Open in stile WMP

Oggi ho avviato il pc con Windows, il motivo era un po di manutenzione al registro, ma tornando all’articolo dopo la manutenzione mi sono messo a cercare su internet dei programmi alterantivi per windows che non lo appesantiscano troppo, una volta trovato antivirus, firewall, suite di ufficio, strumento per il disegno, mi sono soffermato sul player musicale, infatti volevo qualcosa di nuovo e leggero ma che sia simile a WMP11 cosi mi sono messo a cercare e dal caro vecchio zio google è uscito Kantaris.


Kantaris è un player musicale open Source, quindi completamente gratuito che ha un interfaccia molto simile a WMP11.

Il player supporta tutti i formati più diffosi ma anche quelli meno conosciuti.

Ma la cosa che rende Kantarsi speciale è il suo menù infatti esso è totalmente 3D cosa che rende la sua grafica ancora più accattivante di WMP11, dalla sezione menù potrete ammirare fantastiche icone 3D che vi permetteranno di scelgiere se riprodurre da CD, da DVD, da Disco fisso ed è anche possibile ascoltare pure la propria Radio Last.fm.

Altra funzione interessante di Kantaris è quella di poter archiviare i video come se fossero in una libreri 3D, la stessa cosa avviene con la sezione trailer film, infatti il programma si connette ad internet e permette di visualizzare i trailer dei film al botteghino. Altra funzione che rende ottimo il player è la possibiltà di impostare delle combinazione di tasti per far si che il player si metta in pausa, stop, play, schermo interno, avanzamento rapido, alzare ed abbassare il volume, ecc.


Per quanto concerne il consumo di risorse esso non è troppo esoso solo il 5% della CPU occupata durante il suo utilizzo.

Il programma è totalmente tradotto in italiano ed è compatibile solo per sistemi Windows (tanto per Linux ci sono già Amarok e Banshee che sono molto meglio, ma poi sono gusti questi)

Link: Kantaris

Questo articolo lo potete trovare pure su La bacheca di Jump