Debian conquista anche il piccino :D

Ok non so il perché ma ogni volta che tentavo di installare debian sul mio piccino si trovava sempre qualche intoppo che impediva di giungere il traguardo finale, prima i driver della scheda ethernet, poi i problemi al boot con unetbootin, e in alcuni casi l’installazione si bloccava, si avvolte il mio piccino sembra maledetto ma avvolta basta un non so che per farlo partire alla grande 😀

Questo non so che oggi gli è stato donato da Linux Mint Debian Edition!

La notizia è di qualche mese fa (inizio estate) ma solo oggi il team di Linux Mint ha rilasciato la prima relese di mint basata su Debian testing 😀

È stato fatto un enorme lavoro, a partire dal live cd con installer completamente scritto da zero,molto intuitivo e sopratutto leggero, infatti la live usb sul mio piccino ci mette poco più di 20 secondi per fare il boot!

Ma veniamo alla trippa, una volta installato il tutto (circa 15 minuti) ci troviamo in classico ambiente debian ma con molti software in più come pidgin o thunderbird (e qui si scopre il perché degli 800 e passa megabyte del file ISO da scaricare).

Tuttavia manca il tool che hanno reso distro come Ubuntu e mint famose, ovvero l’installatore di drivers automatico, il che rende abbastanza ostico il passaggio a Debian ma credo che in futuro il tool che si occupa di questo verrà adattato o riscritto per Debian 😀

Comunque per adesso bisogna arrangiarsi alla maniera di mamma debian e installare i drivers alla vecchia maniera ovvero da terminale, prima di tutto dobbiamo sapere che componenti hardware abbiamo usando il comando “lspci”

Nel mio caso ho installato (con il grande aiuto del semiDio Lightuono) i drivers della mia scheda wifi un broadcom b43 (attenzione il termine b43 è generico ne esistono molte varanti controllare il log del comando “lspci” per sapere esattamente quale modello avete), i drivers si trovano nei repo non-free già presenti su LMDE.

Quindi da terminale diamo:

sudo apt-get install firmware-b43-lpphy-installer

sudo modprobe b43

sudo wfconfig wlan0 up

adesso i drivers dovrebbero essere installi, facciamo una ricerca di rete con:

sudo iwlist scan

Se nel terminale compare la nostra rete wifi allora abbiamo finito di installare i drives 😀

Ora una volta configurata la nostra rete (cosa che si puoi fare dal normale Networkmanager di gnome) possiamo aggiornare la nostra distro, che vi ricordo essere una rolling relese cosi come lo è Sidux 😀

Quindi diamo i classici sudo aptitude update && sudo aptitude upgrade per aggiornare la nostra distro 😀 (al posto di aptitude se lo preferite potete usare apt-get)

Io personalmente ho trovato dei corposi aggiornamenti (più di 200!) e non è finita qui infatti ora dobbiamo completare gli update con sudo aptitude dist-upgrade 😀

Una volta finiti gli updates possiamo dedicarci alla personalizzazione delle nostre Debian, io ad esempio in serata gli ho aggiunto Droid Sans, un nuovo wallpapers e un nuovo pacchetto di icone:

ecco mamma debian sul mio piccino 😀

Figa vero ?

Non ho ancora aggiunto una dock e penso che opterò per AWN, anche se appena finito di giocarci un po vorrei provare ad installarci su LXDE visto che mamma debian ha preso il post di Mint9.

A si tra i vari programmi che ho installato ovviamente non poteva mancare chromium che però non so se lo sapete per motivi di sicurezza è stato rimosso dal ramo testing di debian tuttavia è possibile usare i .deb per Sid che funzionano perfettamente anche su debian testing ecco qui i .deb che dovete installare:

chromium-browser;

chromium-browser-inspector;

chromium-browser-l10n.

Che altro dire se non che Debian è il BENE!

UPDATE:

Alla fine si sono decisi ad includere chromium in squeeze quindi adesso basta un sudo aptitude install chromium-browser per avere il nostro chromium pronto all’uso 😀

PS: a si eccovi il link del comunicato ufficiale del rilascio.

Firefox 3.7: Prove su strada

Sono mesi ormai che non parlo direttamente di Firefox e del suo sviluppo. Infatti dopo l’uscita di Firefox 3.6 stiamo ancora attendendo che ci si riveli la vera data di rilascio di Firefox 4.

Ora non sto qui a parlavi di Firefox e di quanto si bello e figo il volpino, ma per mia semplice curiosità ho voluto testare l’ultima alpha del ramo 3.7 (spinto anche dai test fatti da Lightuono).
Ho effettuato due semplici test per vedere come si comporta il futuro volpino nelle due operazioni da me più effettuate, ovvero guardare video sul tubo e tenere più di 5 tab aperte in contemporanea.

Ordunque mi sono munito di monitor di sistema e di firefox 3.7 Alpha5 (già stabile secondo me) e ho fatto questi due semplici test:

Sul tubo:

Ecco come si comporta FF 3.7a5 mentre guardo un mio video: Peso sulla CPU 0%
Memoria occupata: 57.8mb

Ora guardiamo FF 3.6.3: Peso sulla CPU: 29%
Memoria occupata: 125.1mb

Adesso passiamo alle 6 tab aperte contemporaneamente:

Ecco FF 3.7a5:
Peso sulla CPU: 0%
Memoria occupata: 6.6mb

E adesso FF 3.6.3:
Peso sulla CPU: 4%
Memoria occupata: 137.7mb

Mmmm… e poi dicono che Firefox non innova!

We Love Firefox

PS: Per altri esami approfonditi consultate pure i post dei test fatti dal nostro semiDio preferito Lightuono qui e qui.

Impossibile cazzeggiare: Pacchetti danneggiati!

Ok ero li tutto contento in attesa degli update per docky e altre cose sbav….no aspettate mi devo limitare, allora ero li in attesa che il gestore degli update mi installasse appunto gli updates e………………..be si mi parte abbondantemente la bestemmia:
Cosi cerca di qua e cerca di la, trovo varie discussioni su problemi simili sul forum di Ubunti-it, che riassumendo suggerivano tali comandi:

sudo apt-get install -f

sudo apt-get autoclean

sudo apt-get clean

sudo apt-get autoremove

Ma non poteva mica essere cosi semplice, no no!(mia reazione ai tentativi falliti)

Ovviamente anche facendo pulizia il tutto restava smerdato, cosi mi sono rivolto a Lippol che per volere divino/alieno ha perso la sua connessione a tempo indeterminato, quindi dopo alcuni minuti di riflessione su Futurama grazie al professore sono quasi arrivato alla soluzione:

Infatti mi son detto ma perché non fare come in ambito rolling relese, mi spiego meglio, perché non provare a comandare da terminale gli updates cosi come faccio su Sidux.

Cosi ho dato un bel: sudo apt-get upgrade

e gli aggiornamenti partono!

Ma ovviamente per il volere divino/alieno non tutti gli updates vengono effettuati, infatti gli updates di docky e del kernel non vengono eseguiti dal precedente comando.

Cosi mi rivolgo al mio semiDio preferito: Lightuono(lightuono ogni volta che entra su pidgin)

Che mi ha subito illuminato la via e mia ha condotto alla redenz….no, mi ha condotto alla soluzione para-divina:

sudo apt-get dist-upgrade

Cosi come per magia aiutato dai super poteri di super mucca…
….sono riuscito ad aggiornare e a risolvere il problema degli invisibili pacchetti danneggiati, si si invisibili, perché aprendo Synaptic non trovava nemmeno l’ombra di un pacchetto danneggiato (bha misteri di APT).

Tutto e bene quel che finisce bene 😀

>>> Dev Null 😛

PS: Giuro ho riletto tre volte il post e non ho visto errori, ma essendo umano posso sempre sbagliare quindi vi prego se ne trovate segnalateli nei commenti grazie 😀

PS#2: Prima del verificarsi dell’errore ho installato questo programma aggiungendo i ppa suggeriti, forse i problemi sono originati dal quel ppa.