Ma ci decidiamo ?

Di solito non scrivo post per lamentarmi di qualcosa o di qualche feature di software vari, anzi di spesso e volentieri giustifico certe scelte particolari o certi punti di vista dei developer ma sta volta vorrei dire la mia su due cose che puntualmente su KDE non stanno mai ferme per più di due rilasci.

Il tasto dei menù

Forse voi non sapete quanto sbavo su adoro Dolphin e da quando è arrivata la versione 2.0 si è raggiunto uno stato dell’arte quasi perfetto se non fosse per qualche bug che alle volte mi costringe a riavviarlo perché si perde i file che scarico (il tasto “aggiorna” su Nautilus serviva a quello) ma questa sezione del post è dedicata al bottone dei menù che è arrivato dalla release 4.7 se non erro e insomma ora siamo arrivati alla 4.9 (giusto adesso appena approdata sul mio piccino) e ancora non vi è pace.

Precedentemente il bottone ricordava molto quello presente su Chromium, Rekonq e Firefox adesso invece sembra un vecchio pulsante che rinvia al setting di Dolphin con un icona che non c’entra un ca$$o con i menù di dolphin (qui trovate un’immagine con dolphin prima dell’attuale release).

eccovi il nuovo dolphin 2.1

In certi casi io sono un supporter del minimalismo o forse in questo caso mi sto lamentando perché mi è stato “tolto il giocattolo” insomma questo nuovo tasto che richiama i menù a tendina di Dolphin mi fa rimpiangere quello di prima non è che non mi piaccia, non è che ogni 2×3 vado a cliccarci sopra, ma è un fatto estetico preferisco quello più piccolo e piazzato all’angolo in alto a destra e non questo che “sta la senza un vero perché” e senza la possibilità di spostarlo. Scusate perché permettere di spostare la qualsiasi su dolphin e non il bottone chi richiama i menù ? Cosa è successo al team di KDE ? Si stanno fumando la stessa roba di quelli di GNOME? Ma cambiare spacciatore no eh ?

Il gestore energetico

Non ho di che lamentarmi della gestione energetica, riesco ad arrivare felicemente alle 6 ore adesso ma sembra che i developer di KDE non abbiano pace una release prima mi mettono l’indicatore delle Ore/Minuti che rimanevano prima della morte della batteria e la release dopo lo tolgono poi la release successiva lo rimettono e poi voilà nell’altra release eccolo che scompare di nuovo.

Sapete l’iconcina della batteria che sta in basso a destra ? Ecco se ci cliccate che vedete? Se vedete solo la percentuale siete nella mia stessa barca. E non è che è solo una cosa riattivabile ma proprio rimuovono l’intera feature!

MA VI DECIDETE CAZZO ?

Forse è solo un problema mio e dipende dal mio hardware o forse e solo un developer di KDE che si diverte a farmi impazzire (forse ora capisco meglio Telperion).

Detto questo vorrei mettere subito in chiaro che questa release non ha portato danni (almeno da quello che vedo) ma volevo solo sfogarmi con voi di queste due piccole stranezze da me rilevate che praticamente mi porto da KDE 4.6 e ormai sono un po stufo di ritrovarmele una release si e l’altra no.

:# /dev/null/

PS: Ovviamente KDE 4.9 è stato provato sulla mia mitica Arch Linux, si dico mitica anche se ad alcuni questo fatto di aver decentralizzato rc.conf non va giù ma forse non tutti si ricordano che quel file, a parte per i demoni (e la gestione dei demoni infatti è rimasta ad rc.conf), poi dopo l’installazione non lo si toccava più per anni. Quindi non è la fine del mondo, forse era meglio prima ? Si avere tutto su rc.conf era dannatamente comodo e figo ma di certo non si sta ammazzando la filosofia KISS e di certo il nuovo sistema porterà più vantaggi che svantaggi.

Welcome back OpenGL

Fin da quando comprai il piccino ero conscio delle sue potenzialità, una di queste che mi piacque particolarmente era la sua compatibilità con le OpenGL ovvero le libreria incaricate della composizione grafica aka tutta la trippa grafica che invece di pesare sulla CPU va a pesare sulla GPU lasciando al nostro processore un po di respiro.

Dunque grazie alle OpenGL possiamo gustarci un porno video in HD a 1080p, tenere attivi gli effetti di Kwin e nel frattempo non avere lag di sorta al sistema. Tutto bello direte voi, ma come funge ?

Allora su KDE abbiamo vita facile ci basta andare su setting di sistema>effetti del desktop>avanzate>composizione>OpenGL

Di solito dai tempi di KDE 4.5 OpenGL è settato di default quindi se il nostro hardware supporta OpenGL potrete gustarvi tutta la pornografia in HD gli effetti sbavosi di KDE in santa pace. Se invece avete hardware non proprio nuovo be auguri l’unica soluzione sta nel ripiegare su Xrender ma con esso rinunceremo all’accelerazione hardware, sul mio vecchio pc fisso ero combinato cosi e ora paradossalmente sul mio netbook ho un processore e una GPU (grazie Intel per i tuoi drivers open) migliore di quella che avevo sul mio vecchio fisso.

Ma torniamo a noi, dunque con l’arrivo di KDE 4.8.1 la composizione OpenGL ha cominciato a darmi problemi, ad ogni reboot il sistema si riempiva di lag e io dovevo attivare e riattivare la composizione OpenGL dal pannello di controllo di KDE per avere un sistema usabile. Con KDE 4.8.3 ancora peggio, sbidiguda antani con scappellamento a destra, gli effetti grafici con OpenGL rendevano il sistema inusabile e stracolmo di lag anche dopo averli disattivati e riattivati e per di più i log non dicevano nulla (e in effetti non c’era nessun errore nel suo comportamento), quindi per tipo 2 mesi ho ripiegato su Xrender.

Poco male ero sul netbook, lo uso solo per scrivere con Libreoffice in facoltà e per fare due chiacchere su IRC (server freenode, #DeliriNotturni) la sera sul divano. Ma questa cosa mi rodeva quindi sta sera mi sono armato di pazienza e ho rovistato l’internette alla ricerca di qualche soluzione e alleluia l’ho trovata sul forum di Debianizzati.org (mamma debian ti voglio bene :D).

Praticamente mi è bastato disattivare l’opzione l’opzione “Usa gli shader OpenGL 2” per riottenere la composizione OpenGL. In pratica si tratta del supporto per OpenGL2 di cui il mio portatile sembra sprovvisto. Dunque risolto l’inconveniente (non ricordo affatto di aver settato io quell’opzione ma vabbé ora resterà sempre disattivata sul mio netbook) ora sono tornato a guardare i porni ad usare la composizione OpenGL felicemente anche sul mio netbook :D (di fatti la uso anche sul mio fisso con una scheda video Nvidia).

:# /dev/null/

Wine, Arch e KDE

In una uggiosa domenica pomeriggio ho deciso di vedere come si comporta Wine sulla mia ArchLinux con KDE 4.8.3. Dunque per i test ho usato il gioco Spore (che diciamolo pur non essendo recentissimo è pur sempre un gioco che richiede un certo numero di risorse per essere giocato).

Dunque ho installato wine:

sudo pacman -S wine

dalla pagine del Wiki di Arch mi è stato consigliato di installare i font di microfrost per evitare problemi di visualizzazione quindi:

yaourt -S ttf-ms-font

Fatto questo da terminale ho dato:

winecfg

e cosi facendo ho avviato il pannello di configurazione di wine (che trovate anche nel menù di KDE) e ho cambiato un solo settaggio ovvero la risoluzione video che da 800×600 è passata ad una risoluzione più umana di 1200×1024 (che del resto è la risoluzione massima del mio monitor, si cazzo è piccola*).

Fatto questo ho installato Spore ed ho cominciato a giocare tranquillamente, niente errore, niente scatti, niente blocchi si insomma mi sono pure divertito a creare il mio Impero stellare galattico.

Per curiosità ho installato anche winetricks e Playonlinux (il primo con pacman il secondo da AUR) ma una volta dato uno sguardo non mi sono serviti più di tanto (anche se con playonlinux su Ubuntu ci ho installato parecchia roba ma quasi mai giochi).

A si ho giocato con gli effetti pornografici di Kwin attivi e il gioco non ne ha risentito con scatti o freeze. L’unica cosa che però consiglio di fare (cosi come ho fatto anche io subito dopo l’installazione di KDE) è disattivare Akonadi e Nepomuk:

Partiamo col demone di Akonadi:

nano .config/akonadi/akonadiserverrc

cerchiamo la voce starserver e da true deve diventare false:

StartServer=false

Disattivare nepomuk è ancora più semplice: impostazioni di sistema>ricerca desktop>togliere la spunta su “Abilita il desktop semantico” e abbiamo finito.

:# /dev/null/

PS: A si se vi interessa ecco la pagina del wiki di Arch che ho consultato.

PSS: i pacchetti lib32-nvidia-utils e lib32-alsa-lib, citati nella pagina del wiki di arch, non sono ne sui repo ne su AUR e questo mi fa pensare la pagine Italiana del wiki di arch sia un po vecchiotta (strano di solito queste pagine sono sempre aggiornatissime).

Nota: *Si cavolo voglio un monitor da 24 pollici!

[Caratteristiche Hardware della mia macchina]

[picchio@yoda ~]$ uname -a
Linux yoda 3.3.4-2-ARCH #1 SMP PREEMPT Wed May 2 15:39:58 UTC 2012 i686 Pentium(R) Dual-Core CPU E5400 @ 2.70GHz GenuineIntel GNU/Linux

[picchio@yoda ~]$ lspci | grep VGA
01:00.0 VGA compatible controller: NVIDIA Corporation GT215 [GeForce GT 240] (rev a2)

[picchio@yoda ~]$ sudo lshw
*-memory
description: System Memory
physical id: 19
slot: System board or motherboard
size: 1GiB
*-bank:0
description: DIMM 667 MHz (1,5 ns)
physical id: 0
slot: A0
size: 1GiB
width: 64 bits
clock: 667MHz (1.5ns)