Cazzeggio Day #5 My StartPage

Oggi dopo una noiosa lezione in facoltà sono tornato a casa con l’idea di ripassare un po l’html, un po per gioco, un po perché vorrei ritentare di dare l’esame di elementi di informatica (che non riesco a passare per colpa di quel sarca$$o di javascript) cosi ho riaperto il fido bluefish (che anche su kde fa la sua figura).

Ordunque ho buttato giù in mezz’oretta (dopo essermi ripassato un po di tag) questa paginetta:

pupposa no ?

Molto banale ma è quello che volevo credo che la userò sul piccino o magari non la userò mai, oppure ci aggiungerò una funzione ricerca che si connetta a google (se trovo il codice js in rete magari).

Detto questo ecco qui il codice html, chi lo sa magari a qualcuno potrà tornare utile 🙂

#: /dev/null/

PS: perdonatemi l’uso del tag align anche se vietato dalla w3c (perché è meglio usare il foglio di stile .css) ma si tratta solo di una paginetta statica che spero non venga usate in rete ma solo in locare 🙂

PS#2: A si quello è KDE 4.6 sulla mia Debian 😀 È finalmente arrivato l’update su repo di kde non ufficiali ed è classificato come experimental.

Webuntu il web OS in stile ubuntu

Salve ragazzi ben tornati, questa mattina mi è toccato alzarmi alle 7.35!!! Per portare a scuola mia sorella a causa dell’influenza della madre.

Cosi dopo essermi ripreso dallo spavento di vedere mia sorella alle 7 del mattino e dopo svariati caffè, accendo il pc fisso per la mia solita ronda mattutina, quando trovo un tweet dell’amico Davide Fresilli (il creatore di addbuddy il social tutto open) che mi linka un suo post dicendomi: “questo ti piacerà!”

Cosi apro il link è con occhi luccicosi esclamo:“noooooooo che figata!”

La figata in questione si chiama Webuntu, un web OS (si tipo Chrome OS ma meno castrato e forse più attento alla privacy) totalmente open, scritto da zero da Davide fresilli.

I linguaggi di programmazione sono tutti Client side (Html-CSS-javascript).

Dock a parte è questo il risultato ottenuto da Davide:La cosa è altamente “figherrima” sia per la presenza della dock sia perché l’OS non necessità di essere ospitato in un server per workare ma basta aprire con un qualsiasi browser il file “index.html” per poter usare il web OS in tutte le sue funzionalità.

Immaginate di avere sempre con voi il vostro Web OS open source, al sicuro sulla vostra pennetta USB oppure su un vostro hosting o sulla vostra dropbox 😀

Ora si deve specificare che questo è un progetto amatoriale e che non rappresenta un vero e proprio OS, infatti come dice lo stesso Davide nel suo post:

” In Questo momento “Webuntu” non Può essere Considerato un Vero e Proprio WebOS Poichè non è dotato di una vera e Propria Shell ed alcuni altri componenti essenziali, ma è ancora in via di Sviluppo.”

Infatti la versione attuale è ancora una beta (0.01).

Per chi fosse interessato tutto il materiale per i volontari beta tester o per i developer è disponibile nel suo post, il tutto ovviamente essendo open è prelevabile e modificabile senza alcuna limitazione 😀

Se volete provare il tutto potete trovare una versione di prova a questo link: http://www.webuntu.netsons.org

Che dire è un progetto che merita di essere portato avanti anche solo per scopi didattici o per spende il proprio tempo libero in modo costruttivo.

Dal canto mio (vista la mia conoscenza molto ma mooolto basilare di Html e di “giavascripte”) posso solo augurare buona fortuna a Davide per questo suo interessante progetto 😉