Abbordando Isadora

Ieri sera verso le undici la vedo e li mi aspetta, mi guarda, la seduco e la conduco nel mio hard….nella mia home.

Parto con i preliminari e gli do una stivalata che la fa avviare, e si avvia molto velocemente la ragazzina, cosi comincio ad instal….a montarla…make…make…..installl!Ecco è fatta ora che l’ho inseminata a dovere posso plasmarla al mio volere! (ca$$o che rima da romanzo zozzo).

Cosi le fornisco le attrezzature adeguate al mio piacere:
E poi gli do anche un nuovo vestitino sexy:(ecco il suo nuov….no ca$$o immagine sbagliata!)

Ok se non lo avete ancora capito sto parlando della nuova relese di Mint, Isadora!

Questa distribuzione non ha grosse differenze con la Lince anche se io personalmente trovo Mint più curata e fornita di default di ottimi tools e programmi che semplificano non di poco la vita dell’utente alle prime armi, esempio principale il famosissimo Menu di Mint 😀
Che secondo me dovrebbe essere implementato anche su Ubuntu perché fa veramente la sua porca figura.

Detto questo passiamo ad altro, io personalmente uso il DVD per installare Mint che è di circa 750mb quindi non molto esoso ma secondo me adatto per ogni tipo di computer 😀

Tuttavia non mi è mancata l’installazione di Software che per me risultano essenziali:

Browser Web:

Opera;

Chrome;
Multimedia:

Banshee;Openshot:PhotoFilmStrip;

Chat:

Emesene;

Gajim;

Skype;

Grafica:

Tuxpaint (adoro quel pinguino!);

Altro:

Liferea;

Shutter (praticamente essenziale! per me sarebbe da installare di default);

Bluefish;

Stellarium (le stelle!);

K3b (per masterizzare le copie legali dei miei film in dvd :D);

Docky (per le mie sbavosità);

Software non presente nei repo:

Pino (Gwibber è preinstallato ma non l’ho nemmeno aperto);(mie parole quando non ho trovato pino dei repo)

Docky (presente nei repo ma in una versione vecchiotta e preferisco gli update giornalieri);

Shutter (la versione dei repo è vecchia cosi ho preferito i ppa);

WIA (un demone che dovrebbe essere integrato nelle notifiche di sistema).

Questo è il mio parco software che solitamente aggiunto ad ogni nuova versione, un volta dovevo installare i ppa di ognuno dei programmi sopra citati adesso invece li trovo tutti nei repo o quasi, infatti l’assenza di pino mi fa altamente bestemmiare ma visto che bastano due comandi per installare il tutto:

Aggiungere i ppa:

sudo add-apt-repository ppa:vala-team/ppa && sudo add-apt-repository ppa:troorl/pino

Update dei pacchetti del sistema:

sudo apt-get update

Installeggiare:
sudo apt-get install pino

Stessa cosa per docky:

sudo apt-add-repository ppa:docky-core/ppa && sudo apt-get update

ed in fine

sudo apt-get install docky

Ovvio che ho fatto cosi anche per shutter:

sudo apt-add-repository ppa: shutter/ppa && sudo apt-get update

e poi

sudo apt-get install shutter

Non mi posso lamentare 😀

Due cose che non mi sono piaciute:

Plycoso: con i driver intel funge che è una meraviglia ma con i driver Ati sminchia la risoluzione che è una bellezza;

Programmi nei repo: va be che mint li prende pari pari dalla lince ma almeno aggiornare i programmi più importanti o aggiungere pino no e ?

Conclusioni:

È la solita lince che ormai tutti conoscono ma con un piccola marcia in più datagli dal team di Mint che gli permette di diventare l’OS principale sul fisso 😀

PS: Nello scorso post un mio lettore è rimasto un po deluso:Cosi oggi ho deciso di accontentarlo con qualche video clip sexy:

fonte dei video: pollycoke.org

Ubby 10.4: Prove su strada #3

Salve ragazzi ben tornati, ieri sera spinto da un commento sul precedente post ho provato Kubuntu Netbook edition.

Cosi solito “tricchete e tracchete” (formattare e montare pennetta) e avvio kubby, dopo il caricamento mi ritrovo una bella schermata nera e già la cosa…..Cosi aspetto una ventina di secondi e il sistema sembra riprendersi e finalmente posso ammirare lo sbavoso plama nella sua versione per piccini (aka netbook).Mmm carino anche le animazione non sono male, installiamo [grande errore!], cosi clicco su “install kubuntu e poi muori” e parte l’installazione che è identica a quella di Kubuntu normale, cosi mentre aspetto l’installazione mi faccio una partitina alla playstation, dopo circa 20 minuti mi giro e……uuuuoooooaaaaa si è freezato tutto!

Riavvio e…….bestemmio, grub è stato gentilmente sminchiato! Cosi spengo e ricomincio a maledire la progenie dello zio Mark.
Ok si lo so dovevo fermarmi li ma…..sotto l’influsso di svariate fette di torta alla stracciatella il mio stomaco (si è lui che comanda) ha deciso di donare una seconda….ma che dico una quinta opportunità a quel felino (si perché se la chiamo “Lince” la vera lince si offende).

Allora….a si, in pratica dopo cena io e il mio stomaco abbiamo rimontato l’iso di ubby su pennetta (che ormai sta sclerando a forza di formattare e montare) e avvio il piccolino.

Arrivato a tale schermata:Premo il tasto “qualsiasi” e mi compare la classica schermata di selezione:
cosi riesco ad avviare la live:Innesto l’installazione e seleziono manualmente la partizione su cui installarsi:L’installazione va a buon fine (dopo varie minacce di morte da me formulate alla distro) cosi riavvio tutto speranzoso.Wow sembra tutto funzionare, perfino la risoluzione è perfetta, cosi vado per connettermi alla mia rete wifi ma…..ca$$o e vero devo usare il cavetto ethernet perché non ci sono i drive preinstallati.

Cosi attacco il cavetto gli dico di installare lingua, aggiornamenti, drive e altri cazzi e me ne vado in bagno per alcuni minuti, torno sempre molto speranzoso e…..ribestemmio!

Tutto il sistema freezato….mmm ma che bella sta lince…mmmm come mi sto divertendo…..mmmm come vorrei avere fra le mani lo zio mark.

Cosi dopo vari minuti di insulti alla progenie di mark, spengo il piccino forzatamente e vado a letto.

Morale della favola anche questa volta non farò l’avanzamento di versione e mi tengo la mia amata jaunty.

Penso proprio che aspetterò Mint 9 per vedere come si comporta o almeno la stable relese di ubby anche se dubito fortemente che in 3 giorni risolvano il tutto.

PS: scusate per le foto a cazzo di cane ma sono state fatte tutte col cell.

Altro che mela mozzicata!

Ultimamente siamo tutti (?) rimasti scioccati dai recenti acquisti di Lippol e di Gusions di un Iphod Touch.

E siamo anche rimasti piacevolmente meravigliati della vittoria di Gusions sul suo nuovo device, che è recentemente sbarcato sulla sua Linux box.

Ora dico io, sarà il destino, sarà l’invidia del mio device (si perché il mio nokia ha vita proprio e pensa a modo suo) verso i modelli più evoluti di lui ma stranamente sembra che il mio pc (o meglio la mia Linux box) abbia scelto di mettere tutti d’accordo trasformando il mio nokia in un bell Iphone nuovo fiammante.

Ma che dice è pazzo ? Jobs ti ha rapito ? Hai smozzicato la mela ?

No ragazzi niente di tutto ciò, infatti per trasformare il vostro cell in un “figherrimo” Iphone bastano due minuti:

Ingredienti:

Bluetutto funzionante fra pc e cell;

Docky installata con assistente “Mounter” attivo;

Tema Elementary installato;

Senso dell’umorismo;

Abbondante colla vinilica.

Ffffaatto ?!?! Beeeeeene adesso con pochi semplici passi realizzeremo il nostro “figherrimo” Iphone fatto in casa.

1) Installate il pacchetto di icone chiamato Elementary;

2) Installare Docky e attivate l’assistente;
3) Configurate la connessione blututto con il vostro cell (se non l’ho avete già fatto) e selezionato “esplora file” (cosi facendo avrete montato il cell via blututto come se fosse una comune penna USB);

4) adesso respirate abbondanti dosi coooolllla vinilica e………faaatttoo!!!

Adesso dovrete aver ottenuto questo risultato:
Siete contenti ? Vi piace il vostro nuovo Iphone ? 😀