Recensione: Trine 2

trine2
Rieccomi qui dopo alcuni giorni, finalmente riesco a pubblicare la mia nuova recensione (sono stato senza connessione ADSL per 3 giorni causa rottura del router), sta volta si tratta di un titolo Indie che mi ha intrippato per diverse settimane e che mi ha davvero divertito facendomi calare in un atmosfera cavalleresca e medievale che posso paragonare solo a certi romanzi letti in passato. Oggi vi parlerò di Trine 2.

Trama:

Il gioco ci parla di 3 eroi, una ladra, un cavaliere ed un mago che vengono convocati dal “Trine” un oggetto magico creato per proteggere il regno in caso di emergenza per mezzo di tre eroi che sceglie nel corso delle varie epoche storiche. Noi siamo i tre eroi che dovranno salvare due belle principesse. Sicuramente questo ai videogiocatori di vecchia data farà ricordare i tempi di Zelda e di Mario.

L’avventura comincia!

Il gioco parte ripresentandoci i personaggi che già avevamo ben conosciuto nel primo capitolo della saga e dopo una breve presentazione delle caratteristiche dei suddetti (spada, arco, magia) siamo pronti per l’avventura. Veniamo portati dal Trine dentro una lussureggiante foresta che ci farà sgranare gli occhi per quanto è ben fatta, effetti di luce, fiori, piante, acqua tutto è nei minimi dettagli e il gioco farà la sua porca figura anche sui nostri televisori più grandi in alta definizione. Ma ovviamente non è finita qui, dopo avremo a che vedere con spiagge, grotte e fogne tutte ricreate magnificamente nel gioco assieme ai nostri avversarsi i goblin ed alcuni lucertoloni e a dei ragni giganti. In un livello ci ritroveremo sopra un montagna gelata in cui io mi sono ritrovato ad esclamare “WINTER IS COMING!” come se mi trovassi a Winterfell. Ciliegina sulla torta sarà un drago nel livello finale che sputerà fuoco e fiamme sotto il comando del cattivo della situazione.

Ma basta fapparci sugli effetti grafici, possiamo al gameplay. Si tratta di un platform nella quale potremo alternare a nostro piacimento il personaggio da comandare, basterà infatti digitare 1,2 o 3 per scegliere quello più adatto alla situazione che vogliamo affrontare.

Personalmente sono un amante della ladra,con il suo arco è possibile fare fuori un grosso numero di nemici a distanza usando frecce congelanti che permettono di spaccare in due il nemico quando viene colpito. In oltre con il suo arpione è possibile spostarsi in modo agile e dannatamente figo, in certi casi volteggeremo letteralmente per aria in mezzo a rocce volanti e a spuntoni acuminati con sotto ad attenderci un lago di lava fumante.

Il cavaliere è davvero fatto bene, la sua armatura è fighissima e sembra di trovarsi davanti ad un carrarmato quando cammina, la sua spada può incendiarsi (se attiviamo l’abilità giusta) e io sono rimasto mezz’ora a cazzeggiare con la spada infuocata quando l’ho scoperta! Cavolo sembrava di usare una spada laser di un Sith in certi momenti!

Anche il mago può essere davvero sorprendente, scoprirete quanto sia gratificatene uccidere i goblin facendoli volteggiare sopra la lava incandescente in modo da ottenere dell’ottima carne di goblin al flambé. Senza contare che senza le sue abilità telecinetiche saremo rimasti bloccati in una moltitudine di situazioni.

I livelli si caratterizzano per i loro enigmi da risolvere, infatti ci troveremo spesso di fronte a dei cancelli sbarrati o a dei burroni. Quindi dovremo armarci di ingegno e usare le abilità dei personaggi per sbloccare l’accesso al prossimo livello o magari anche solo per poter arrivare ad una sfera azzurra, infatti ad ogni 50 sfere azzurre otterremo un punto esperienza che sarà usato in genere per dei potenziamenti alle abilità dei personaggi ma potrete anche sbloccare nuove abilità con la giusta dose di pazienza.

Nei vari livelli incontreremo anche delle casse del tesoro dove troveremo delle poesie scritte dalle principesse e dei disegni che rappresentano le varie ambientazioni dei livelli, ovviamente questi non saranno semplici da trovare ne tanto meno facili raggiungere.

Le voci dei personaggi non sono doppiate ma la versione su Steam include dei sottotitoli che ci faciliteranno la comprensione della trama e le battute dei personaggi, infatti spesso si potranno ascoltare delle scenette tra la ladra e il mago che è un po fifone.

Durante il gioco sarà possibile tornare in dietro nel livello a piacimento, in modo tale da poter recuperare altre sfere azzurre o per raggiungere i forzieri, ma io di solito tornavo in dietro per godermi i magnifici scenari di gioco che in certi casi sarebbero da stampare per farne dei quadretti.

La longevità è buona, se siete bravi potete finire Trine 2 in una giornata intesa di gioco, quindi in 8-10 ore dovreste farcela, io ero incentivato a giocare sempre di più per poter ammirare sempre nuovi scenari..si ok la smetto di fapparmi sulla grafica del gioco.

Piattaforma di gioco e porting su Linux:

Ho giocato a Trine 2 su Steam, ovviamente sempre sulla mia amata Arch Linux. È possibile anche giocare online (ma non ci ho mai provato) e ovviamente se su gioca su Steam è anche possibile sbloccare i vari achievement, tipo quello che si sblocca quando schiacciate un ragno sotto un enorme masso usando la magia o quando ne buttate uno dentro la pancia di una pianta carnivora gigante!

Per quanto riguarda il porting devo dire che è ok, il gioco non consuma molte risorse ma io ho notato due bug:

#1 Alle volte capita di perdere i propri salvataggi e di dover ricominciare da capo il gioco, la cosa mi ha fatto bestemmiare ampiamente e ripetutamente per giorni. Fortunatamente mi è capitato solo una volta ma ho perso 5 ore di gioco.

#2 Una volta mi è capitato di trovarmi davanti ad un nemico invisibile, io l’ho notato perché c’era una lancia per aria che si muoveva da sola.

Avevo un problema simile al bug numero uno anche sul primo titolo di Trine che presi su Humble Indie Bundle, in quel caso non potevo proprio salvare, infatti appena uscivo dal gioco dovevo ricominciare da capo, pare che sia un problema che riguarda solo Linux perché un amico che ci ha giocato su Windows mi ha detto che non ha mai avuto questo problema. Quindi penso che i developer abbiano problemi seri nella gestione dei salvataggi su Linux.

Lo consiglieresti ?

Si anche questo è un titolo che ricomprerei ad occhi chiusi, l’ho preso in offerta con i saldi natalizi di Steam a soli 3.25€ e vale i soldi spesi (ora costa 13€), promosso a pieni voti per grafica, gameplay, trama (su dai chi non vorrebbe salvare un principessa?!) e per originalità del gioco che non stanca e quando finisce fa venire voglia di giocarci ancora. Senza contare che i livelli non sono ripetitivi e gli enigmi da risolvere alle volte saranno davvero impegnativi. Io vi consiglio di giocarci con mouse e tastiera ma sono supportati anche i controller e so che il titolo è uscito anche su altre piattaforme quindi non posso che augurarvi buon divertimento!

:# /dev/null/

PS: come al solito trovate le specifiche del mio hardware nella sezione Games del blog.

PSS: se volete potete ammirare qui alcune scene delle mie sessioni di gioco a Trine 2, infatti basta premere F12 per catturare le scene salienti della partita.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...