lightdm e networkmanager: Wicd Rulez

Altro piccolo problema sulla mia debian sid, altra mia elucubrazione che vi sorbite voi leggendo questo post.

Con l’arrivo di Gnome3 e Gnome Shell in Debian sid io ho deciso di far saltare gli ultimi ponti con lo gnomo e ho eliminato Gnome dalla mia installazione (usando il potente strumento che è synaptic).

Dopo momenti riflessivi era arrivato il momento di trovare un sostituto per gdm3 (il gestore di login grafico) che se ne era andato con gnome.

Slim e kdm non mi attizzavano molto (l’uno troppo scarno e altro troppo pesante) quindi ricordandomi di alcuni post letti tempo addietro (qui e quo) mi butto a pesce su lightdm.

Davvero un ottimo software da poco arrivato su Debian, leggerissimo e abbastanza completo. Tutto bello direte voi ma c’è un “MA”.

Ma ovviamente non sarei qui solo per dirvi di una cosa fatta in tipo 10 minuti (o si ?). Infattamente lightdm, come qualsiasi altro login manager grafico di questo mondo, per qualche strano motivo non va molto a genio a networkmanager (che pare vada d’amore e d’accordo solo con Gnome).

Praticamente ad ogni reboot networkamanger mi richiedeva la chiave WPA, personalmente dopo due-tre volte la cosa comincia a stufare quindi per una settimana sono stato dietro alle elucubrazioni del gestore di reti dello gnomo, il demone del porta chiavi era attivo, il mio utente aveva il permesso di creare reti, quello era li, quello la, tutto su e niente giù insomma alla fine mi sono rottoilcazzo stancato e ho tagliato la testa al toro.

Quindi ho installato wicd, il gestore di reti che uso su arch, ma ovviamente non poteva finire qui. Come un cretino avevo dimenticato di stoppare il demone di networkmanager (praticamente wicd non mi trovava nessuna rete wifi), quindi apro htop, killo nm e….nessuna rete wifi trovata °_°

Cosi scartabello un po nelle preferenze di wicd e trovo la voce “wireless interface” vuota, egraziealcazzo che non trovava le reti wifi non sapeva che periferica usare, quindi immetto “wlan0” e rido il comando di connessione et voilà!

ecco wicd connesso alla mia rete wifi😀

#: /dev/null/

PS: si non ho inserito nessun comando da shell perché oggi sono stato pigro e ho fatto tutto da synaptic usando il mouse.

17 thoughts on “lightdm e networkmanager: Wicd Rulez

  1. Scusami, ma uso lightdm e non ho alcun problema con NM.
    Ovviamente, devi mettere in autoavvio, qualunque sia il tuo DE, “/usr/lib/policykit-1-gnome/polkit-gnome-authentication-agent-1”

  2. è Lightdm non Lighdm picchio😀 Comunque anche io lo ho provato su arch però non riesco ad ottenere il sistema in italiano, il locale è gia impostato correttamente su it_IT, con slim o semplicemente startx la sessione si apre in italiano ma con lightdm solo in inglese e non sono riuscito a risolvere:\

    • Su arch ho adottato una soluzione diversa dalla tua, non uso login grafico😛

      Praticamente mi loggo da shell e poi do startx (che avvia KDE), cmq se non ricordo male il tuo problema con lightdm è un problema noto prova a cercare sul forum di arch penso che troverai qualcosa.

  3. Io sulla sid uso ancora gdm🙂.
    Comunque sono d’accordo con te: NM non mi è mai piaciuto a me. (Senza contare che mi dava problemi con kismet (che lo uso per testare la wireless di casa mia)). Comunque dopo 2 mesi con wicd sono passato a wpa_supplicant. Fa il suo sporco lavoro, certo, si devono imparare i programmi “di base” quali route ma almeno non hai demoni che prendono il controllo delle interfacce di rete.
    PS: Un mio amico che usa arch mi ha detto che hanno implementato i repo con i pacchetti firmati. Qualcuno me lo può confermare?

    • Se usi Arch devi per forza imparare ad usare wpa_supplicat, io lo uso sempre la prima volta che devo stabilire una connessione wifi appena dopo l’installazione di arch (ho la possibilità di connettermi solo via wifi), quindi anche io avevo pensato di farmi uno scriptino che all’avvio che pensasse a connettersi alla rete automaticamente ma poi mi è venuto in mente di quanto fosse comodo wicd e allora ho voluto dargli l’opportunità di approdare anche su mamma debian😀

      Ma cosa intenti con pacchetti firmati? Parli delle chiavi GPG ?

  4. Wicd è il mio compagno di viaggio anche su Xubuntu. Network Manager mi rompeva le scatole a quasi ogni accesso (richiesta password, a volte impossibilità di riconnettersi dopo il riavvio). Wicd fa il suo lavoro bene…

  5. Pingback: Appunti della settimana #3 | Il nido del Picchio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...