Un app trallalà, due apps trallalà…

In questi ultimi 5 giorni mi sono dedicato al cazzeggio col mio androide, nulla di veramente serio per ora, non ho ancora effettuato il root ma ci sono cose che mi spingono a farlo ma per pigrizia, anche se il procedimento è veramente banale, ancora non mi accingo a farlo. Ma adiamo con ordine, vorrei descrivermi la mia esperienza in questi 5 gironi che ho passato col mio androide.

Nato per sostituire il piccino

In via temporanea esso sostituisce il piccino, il punto è “come lo fa?” o “quanto bene lo fa?” Be vorrei sottolineare il fatto che per me (affettivamente parlando, cavolo ci ho passato due anni con quel piccino e mi scendono le lacrime se penso che è morto) il piccino è insostituibile, smanettamenti, installazioni e gioie erano all’ordine del giorno, tuttavia devo dire che l’androide mi coccola molto ad esempio potrei cominciare dal sistema di notifiche.

Perfettamente integrato in una piccola barra posta in alto dove ti fa vedere le apps in backgroud, se ci stanno nuove email, nuovi tweet, nuovi post da leggere (via google readers) e tanta altra roba! E non si ferma qui, oltre alla notifica visiva l’androide vibra ed emette un suono che ricorda quello di R2D2😀

Ma non si ferma li, infatti se abbassiamo la tendina di notifica (se avete un androide capirete, altrimenti non saprei come meglio descriverla) ci si ritrova in gestore di news di sistema veramente completo, tutti gli update (download, blututto, apps, tweet, email, ecc) sono posizione in un elenco per ordine di apparizione (hanno tutti la data in cui sono stati emessi). È una cosa figherrima abbastanza simile al sistema di notifiche di KDE😀

Si ma vi starete chiedendo: “e i porni come te li vedi? In quel micro monitor ?!”

Be ovvio che per quel prezzo non potevo pretendere un monitor da 4 pollici ma il piccolo schermo se la cava benissimo e guardare un film è un piacere anche su uno schermo cosi piccolo! Anche se uno schermo da 2 pollici non si può paragonare ad uno di 9 (ovvero i pollici di schermo del piccino).

Tornando alle coccolo dell’androide, altra cosa figherrima sono i desktop multipli! Se con il mio device nokia ero stato abituato ad un solo desktop e li dovevo selezionare in modo fine le apps principali sull’androide invece posso dividere i quattro desktop a secondo del tipo di apps, ad esempio il primo desktop è quello principale il più pulito con un widget di ricerca in alto e le mie quattro apps essenziali in basso. Mentre gli altri tre li ho sistemati in modo che si divida in apps multimediali, apps che si interfacciano con la rete (gtalk greader, dropbox, tumblr, ecc) e apps di gestione dell’androide (tipo task manager e file manager).

In pratica è come trovarsi (ancora un volta) su un desktop normale, ad esempio su KDE ci sta una funzione (non ricordo il nome) che divide i desktop a secondo della loro funzione (su KDE è possibile anche usare diversi wallpapers), è una cosa figherrima per i nuovi arrivati nel mondo android😀

Ma passiamo a quello che ha dato il nome al post, ovvero il Market Android

Bello a vedersi, con possibilità di votare e commentare ogni apps, il market è figo assai, praticamente è come trovarsi su un Synaptic abbellito che ti avverte anche se ci sono updates delle apps disponibili e ti indica le apps simili a quella che stai guardando. Sino ad ora non mi ha mai deluso quando cerco c’è sempre un app (o più di una) che fa al caso mio. Praticamente è come trovarsi nei repo di mamma debian o su AUR😀

Reattività del sistema

Sul piccino ero solito ridurre i consumi al minimo per via della scarsa dotazione hardware e sul mio androide non ho perso l’abitudine, infatti molte apps non hanno un tasto “esci” o “chiudi” e vorrebbero restare in backgroud per tutta la durate della sessione di lavoro. Fortunatamente l’androide mi offre un comodissimo taskmanager che suddivide le apps in “scaricate dal market”, “in esecuzione” e “tutte”.

Solitamente al boot faccio il mio primo giro di ronda per terminale il demone delle apps che la vodafone ha installato sul mio device (che verranno brasate una volta che avrò roottato il devide perché sono totalmente inutili) e google maps che non so per quale motivo vuole essere sempre attivo. Poi in genere termino tutte le apps che mi obbligano a premere il tastino “home” per uscire (tra i quali il player musicale, la galleria delle immagini, Yuotube e il file manager Astro).

Una volta killati tutti i processi inutili il sistema è scattante (anche se può supportare anche parecchie apps parte senza farmi notare rallentamenti) il processore da 600mhz fa il suo lavoro in modo egregio e non ho rallentamenti con il mio classico schieramento di apps aperte (browser con friendfeed o altro, tweetdeck, tumblr, google reader, gmail e musica. Il tutto ovviamente usando la mia connessione wifi di casa).

Come avrete capito dopo il killaggio delle varie apps inutili provvedo a fare il solito giro tra i mie socialcosi preferiti (no tra questi non c’è G+ e non credo ci sarà) e tra i mie feed, in certi casi trovo anche dei video nei post che leggo e se sono sul tubo ok ci sta l’app apposita ma se si appoggiano ad altro be posso scordarmeli. Purtroppo flash player non ne vuole sapere di installarli sul mio androide (succede anche al suo gemello, l’Ideos, quindi è un problema comune a quanto ne so) quindi per adesso mi sono preclusi siti come megavideo e altra roba (purtroppamente pare che l’app di megavideo sia stata rimossa dal market, ma sto cercando l’installer in giro, se voi sapete dove si trova fatemi un fischio).

La batteria

Con tutto questo ben di Dyo attivo (apps+wifi+musica+blututto alle volte) la batteria per adesso mi dura 12 ore filate, proprio ieri mi sono svegliato alle 10.30 e alle 11.00 l’ho avviato e lui mi ha servito sino alle ore 23.00 (aveva ancora il 4% della batteria e se avessi spento wifi e altro sarebbe durato un altra oretta in standby). Tuttavia non è detto che resti tutto il giorno accesso quindi capita di metterlo in carica anche dopo due o tre giorni di uso poco intenso. Io personalmente non lo uso ne per telefonare ne per mandare sms quindi la batteria se ne va tutta per il mio cazzeggio in rete.

In conclusione

Sono veramente soddisfatto del mio androide, mi consente di sopperire (per adesso) alla mancanza del piccino anche se con qualche sua piccola mancanza, se dovessi consigliare l’acquisto di un primo androide be il Vodafone 585 (se mantiene questo prezzo di vendita) sarebbe la mia prima scelta😀

E come ciliegina sulla torta eccovi alcuni screenshot (effettuati con Screen Shot it che permette di fare screenshot anche senza roottare):

ecco il desktop principale😀

ecco il mio desktop dedicato alle apps che usano la rete😀

ed ecco il desktop dedicato alla gestione dei file e del sistema😀

:# /dev/null/

PS: come promesso a Lightuono ecco un bel desktop con le puppe *_*

PS#2: Sto cerdando un apps che simuli una spada laser se voi la conoscete passatemale grazie😀

19 thoughts on “Un app trallalà, due apps trallalà…

  1. Che poi alla fine, passata la fase iniziale, lo usi per telefonare sms e poco altro, megavideo su quel coso non ha alcun senso, solo per feticisti hitech.
    Poi riducendosi ad usarlo in wifi (se sono in casa uso il più comodo pc) visti i costi assurdi e velocità della connettività, quei “cosi” sono parecchio castrati.
    Per non parlare dell’autonomia che crolla se lo usi per qualsiasi cosa di diverso che telefonare (è pur sempre un telefono).
    Insomma, seriamente, gadget “modaioli” di dubbia utilità REALE.

    “Minnnkia ci hai l’androiidd!!! Ll’hai ruuttato?!” l’uso tipico di questi “furbi” (per i gestori) telefoni …

    Comunque per 90 euri ci sta.
    Per 200 e oltre, follia da ricovero coatto (tra i coatti).
    LOL

    • Be come ho scritto sopra lo uso praticamente solo a casa (e in futuro in facoltà con la rete wifi), le telefonate continuo a riceverle sul nokia, idem per i messaggi, è nato come sostituto del piccino non come nuovo cellofono e tale resterà.

      >”…megavideo su quel coso non ha alcun senso…”

      Non è il massimo ma se non ci sono sottotitoli da leggere non è neanche tanto male.

      >”…Per non parlare dell’autonomia che crolla se lo usi per qualsiasi cosa di diverso che telefonare..”

      Personalmente io ne sono rimasto impressionato come ho scritto nel post per adesso mi dura 12 ore di fila (o forse parli di tue esperienze ?), io lo metto in modalità aereo e vivo felice.

      >”.. (è pur sempre un telefono)”

      Lo vendono come tale ma disattivando il modulo delle chiamante diventa un mini pc anche se non lo sostituirei mai con un fisso ne tanto meno con un netbook (di fatti è una cosa temporanea)

      >”Comunque per 90 euri ci sta.
      Per 200 e oltre, follia da ricovero coatto (tra i coatti).”

      Ti quoto, se fosse stato venduto ad una somma superiore ai 99euri non l’avrei comperato, non vale ne di più ne di meno del suo prezzo attuale.

    • Lasciatelo dire telperion, parli perché non hai mai provato🙂
      io un anno e mezzo fa presi un Magic di seconda mano a 230€ e non mi sono mai pentito della scelta fatta.
      Ho un “abbonamento” che comprende anche internet e ti posso assicurate che ti cambia la vita: certo, niente di radicale ma tante piccole migliorie che ti aiutano.
      oggi avevamo bisogno degli orari dei treni con la mia ragazza, ed io ho tirato fuori l’applicazione. Qualche giorno fa dovevamo andare al cinema ed avevamo dei dubbi, ed ho tirato fuori l’app di IMDB. Un dubbio di un’unità di misura, l’app che fa da convertitore. E potrei farti altri mille esempi simili.
      Senza contare la comodità: in viaggio per l’università mi leggo i feed o chatto con amici su gtalk(qualche volta mi è capitato anche di chiamare via skype…), in treno per andare a Roma dalla mia ragazza mi sono condiviso la rete tramite tethering e ho navigato dal mio laptop…
      Davvero, una volta che provi ti rendi conto della comodità!

      PS picchio come ti dicevano, i task manager sono controproducenti su Android. Se non c’è il tasto esci, per chiudere l’app fai sempre indietro finché non torni al desktop. Domani se mi ricordo ti incollo un articolo che spiega perché i task manager sono una cosa terribile su Android.

      PPS questo commento è stato scritto col mio Magic😀

      • condivido sulle piccole comodità ma il costo di molti androidi (tipo il tuo htc da 230€) non corrisponde al loro valore reale, pensa con 230€ ci prendo un netbook da 10 pollici! Quindi ok android è una figata ma condivido con telperion che il costo della maggior parte dei cellofoni dotati di android sia da latrocinio

      • I prezzi è vero, sono ancora un po’ esagerati perché siamo nella fase di “rodaggio” degli smartphone. Siamo ancora agli inizi, è un settore che si svilupperà molto.

        Poi se mi consenti il paragone con il netbook ci sta fino ad un certo punto, perché sono due strumenti diversi. Con 230€ potenzialmente mi assemblo anche un fisso discreto, ma non è questo il punto imho.
        certo tu lo stai usando come un sostituto del piccono e ok, ma normalmente viene utilizzato in maniera un po’ diversa…🙂

      • >”I prezzi è vero, sono ancora un po’ esagerati perché siamo nella fase di “rodaggio” degli smartphone. Siamo ancora agli inizi, è un settore che si svilupperà molto.”

        Sento questa frase da almeno 10 anni da quando la nokia lancio il suo primo smarthphone!

        >”certo tu lo stai usando come un sostituto del piccono e ok, ma normalmente viene utilizzato in maniera un po’ diversa…”

        E cioè come ? Sono solo io continuo a saparara il concetto di cellofono da quello di computer ? Per me i device androide SONO computer spacciati per cellofono su cui si sta speculando alla grande (anche se in certi casi si trovo occasioni come la mia in cui si può acquistare a prezzi onesti) dove è aggiunta la funzionalità di chiamare e mandare sms. È inutile continuare a crede quello che ci dicono le compagnia telefoniche non sono telefoni sono computer a tutti gli effetti, se ci colleghi in monitor esterno e una tastiera blututto e fai il root, praticamente è un piccolo netbook. Se poi il mercato ci vuole imporre il concetto del “sempre in comunicazione, sempre disponibili, sempre connessi” be questa è una cosa che a me non piace molto, perché se sono fuori da casa voglio staccare la spina anche dal resto del mondo oppure magari prendermi la briga di farmi i cazzi mie xD

        Le mie argomentazioni forse ti saranno più chiare leggendo questo mio post.

      • > perché se sono fuori da casa voglio staccare la spina anche dal resto del mondo oppure magari prendermi la briga di farmi i cazzi mie xD

        Respect !😉

  2. ciao🙂 che taskmanager stai usando? c’è già nel cell o l hai installato dal market?
    ricordi che ti chiesi se poteva mettere qualunque sim? bene, era per la mia donna che stava cambiando telefono, l’ha preso. Non trovando un task manager gli ho installato “android qualcosa” dall market. c’era già e non lo avevo visto?

  3. piccolo appunto, secondo la maggioranza degli android user di un certo livello, l’uso di un taskmanager è praticamente inutile, dato che big G ha inserito un sistema di controllo ad hoc e perfettamente funzionante

    • Questo non lo sapevo e esattamente cosa dovrebbe fare sto sistema di controllo ? Killa le apps che stanno facendo morire l’androide ? Come quando si usa cron per killare un processo ogni tot di ore ?

      E poi scusa anche se un app non mia sta facendo morire l’androide è sempre possibile che io scelga di killarla perché non mi serve, ad esempio quando mi stanco di ascoltare la musica vorrei che il player venga chiuso in via definitiva, non mi interessa averlo sempre in backgroud!

  4. i dettagli non li ricordo, googlando però trovi molti casi in cui si mostra che il taskmanager con android serve solo ad avere più controllo, ma che prestazionalmente aiuta quanto un reggiseno imbottito a una che porta un ottava😄
    girucchia un pò sulla sezione android di telefonino.net, dovresti trovare anche li utili informazioni

  5. Pingback: Frattanto nella blogosfera #14 « Ok, panico

  6. 200-300 euro uno smartphone ce li vale tutti secondo me sia per utilità sia tecnicamente (gli smartphone costano perché devono essere piccoli, altrimenti con 300€ mi ci viene anche un fisso! ma il paragone non regge). Tutti dicono “io il telefono lo uso solo per telefonare, per il resto c’è il PC” ma poi quando hai uno smartphone tutto questo te lo rimangi in fretta😀

    È un dispositivo di comunicazione formidabile. Io ho preso due anni fa uno HTC Tatoo a 299 (per l’epoca era il dispositivo Android più economico sul mercato) e ora non potrei MAI tornare indietro. Quando lo cambierò farò un nuovo android e ci spenderò altri 300 euro senza minimo pentimento.

    • >”..gli smartphone costano perché devono essere piccoli…”

      Secondo la tua logica dovrebbero costare tanto anche i netbook visto che sono parecchio più piccoli di un fisso! E sempre secondo la tua logica gli androidi dovrebbero costare un rene perché sono ancora più piccolini di un netbook! Ma dai finiamola questa è speculazione bella e buona le ditte che vendono cellofoni stanno facendo cartello (siamo in una situazione di oligopolio) sui prezzi.

      >”..tutti dicono: io il telefono lo uso solo per telefonare, per il resto c’è il PC…”

      Io dico l’esatto contrario, il mio androide è un mini pc a tutti gli effetti e sta sostituendo (in via temporanea) il mio netbook, non lo uso per telefonare (per quello ho già il mio nokia) di fatti è sempre in modalità aereo.

      >”…È un dispositivo di comunicazione formidabile..”

      Su questo non ci piove è uno strumento fantastico ma per me telefoni e computer dovrebbero stare separati e se leggi questo mio vecchio post forse capirai meglio il mio punto di vista.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...