Openbox: Estremamente leggero e minimale :D

Pensavo con Fluxbox di aver raggiunto l’apice del minimalismo e delle leggerezza ma mi sbagliavo infatti questa sera mi sono messo a giochicchiare con Openbox in pratica non ho trovato nulla all’inizio manco il wallpapers ma seguendo la logica acquisita su Fluxbox sono andato a cercare il file di autostart della app su openbox e sorpresa sorpresa esso non esisteva! In pratica nessun app auto avviata! Solo pura leggerezza, quindi ho creato il file autostart.sh dentro /home/.config/openbox

e al suo interno vanno messe le applicazione che si dovranno avviare al login ad esempio io ho messo:

nm-applet & #per la connessione ad internet

dropbox & #per i mie file sincronizzati

tint2 & # un pannello/taskbar

nitrogen –restore & #ripristino lo sfondo

blueman & #applet per il bluetooth

Come avrete notato ci sono almeno 3 programmi a voi sconosciuti, il primo è nitrogen ne ho avuto bisogno per impostare il wallpaper, infatti Openbox come Fluxbox si serve di un tool esterno per gestire gli sfondi, la guida di Debianizzati.org suggerisce “feh” ma credetemi ho provato a settare lo sfondo con questo programma ma non ci sono riuscito cosi sono ripiegato su nitrogen un comodo tool grafico. Per settare lo sfondo aprite nitrogen e andate su preferenze>aggiungi>selezionate la cartella con i vostri sfondi. Fatto questo verranno caricate le vostre immagini e li potrete selezionare.

ecco nitrogen

Il secondo programma è tint2 un pannello trasparente molto figo e molto leggero😀

Per rendere tint2 cosi come lo vedete sul mio screen potete usare una di queste configurazioni che ho trovato sul forum di ubuntu, una volta scelta una configurazione dovrete creare un file sulla vostra home e chiamarlo .tintrc e poi incollarci dentro la configurazione da voi scelta.

Il terzo è blueman il gestore di periferica bluetooth usato anche su LXDE.

Per realizzare questi screen ho usato shutter tuttavia nel menù non si trova quindi ho provato a avviarlo con la comoda combinazione “alt+f2” ma siccome non accadeva una pippa ho deciso di indagare scoprendo che questa combinazione non è presente di default su Openbox quindi dobbiamo crearla usando gmrun:

modifichiamo questo file: gedit ~/.config/openbox/rc.xml

e aggiungiamo queste righe prima della voce < /keyboard >

<keybind key=”A-F2″>

<action name=”execute”>

<execute>gmrun</execute>

</action>

</keybind>

Fatto questo potremo ricominciare ad utilizzare la comoderrima combinazione“alt+f2”.

A si ovviamente questi programmi non si trovano installati di default su Openbox ma si possono installare in due secondi basta dare:

sudo aptitude install tint2 nitrogen gmrun blueman

Fatto questo è il momento di scegliere tema, icone e font, per il tema e il font ho usato il comodissimo ObConf lo trovate subito dopo aver cliccato il testo destro del mouse. Per le icone e l’interno della finestra invece ho usato LXAppearance (sul menù non si trova, o almeno io non l’ho trovato, quindi l’ho richiamato usando alt+f2), per cambiare il tema del cursore del mouse ho trovato questa guida (io ho preferito tenermi il classico cursore bianco).

Ho applicato lo stesso tema che di icone e di interno finestra che uso su Xfce e su Gnome:

ecco la il mio desktop alla fine dei lavori😀

:# /dev/null/

Fonti usate per il post qui e qua.

18 thoughts on “Openbox: Estremamente leggero e minimale :D

      • Sicuramente meglio LXDE perché si tratta di un DE completo e leggero, mentre Openbox è un window manager (cosi come Fluxbox) adatto a chi cerca un ambiente ancora più leggero rinunciando a certe comodità che il DE offre. Dire che tutto dipende dal tuo livello di esperienza e da quali cose di solito fai col computer, se navighi e basta o magari ascolti anche un po di musica allora Openbox o Fluxbox vanno benissimo (certo ci perdi quei 15 minuti per configurarli ma poi ne vale la pena) se invece fai di più oppure vuoi un ambiente subito pronto all’uso senza configurazioni obbligatorie LXDE o altri DE sono più indicati😀

  1. Bello tint2vero? Su ubuntu levo immediatamente il pannello std e metto AWN+tint2.
    Se vuoi provare a giocare con i vari layout ti suggerisco la comoda GUI “tintwizard”

  2. Pingback: Openbox: Ridatemi il controllo del volume! « Il nido del Picchio

  3. sudo aptitude install tint2 && sudo aptitude install nitrogen && sudo aptitude install gmrun && sudo aptitude install blueman

    fallo diventare in “sudo aptitude install tint2 nitrogen gmrun blueman” le basi crysto..almeno le basi!!😀

  4. Pingback: Openbox per un desktop leggero e veloce

  5. Picchio,
    sto usando con successo dmenu-launch, che, a differenza di gmrun, legge ANCHE i files .desktop!!!!!!
    Richiede dmenu, contenuto in suckless-tools.
    Se vuoi invece “vederci” anche i semplici binari, devi assicurarti di avere anche lsx, che è un elemento dei suckless, ma è stato ivi integrato solo negli in questi giorni (ancora in mentors.debian.net).
    La compilazione di questo lsx è veramente, ma veramente rapida ed elementare.
    Ciao
    Doc

  6. Ciao, bel tutorial e soprattutto bel desktop!🙂

    Ti posso consigliare anche “synapse” che è un package che ti permette di avere un “cerca-tutto” a portata di shortcut in stile Dash di Unity o Spotlight di Mac..butta un occhio sul mio blog se vuoi saperne di più. Ciao!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...