Linux Day 2010

Oggi è la giornata dal Linux Day dove tutti i linari d’Italia si incontrano in comuni luoghi di raduno stabiliti dai vari LUG cittadini (sopratutto nelle università o importati luoghi culturali). Oggi sono andato a Linux Day di Palermo organizzato da uno dei due LUG di Palermo lo Sputnix (l’altro è il Palug). Di seguito i punti salienti dell’evento:

Linux Day 2010

Ore 9.25
Arrivo

Ore 9.45
Presentazione AICQ

Ore 10.00
Storia del software libero e di Unix;

4 Libertà del software;

Progettto GNU;

Kernel Linux;

Modello di sviluppo Cattedrale VS Bazar;

Esigenza dell’utente: Stabilità, assistenza, customizabilità, serivizio invece che possesso;

Sentenza 120 corte costituzionale;

Studiare Linux è un mio diritto garantitomi dalla Corte Costituzionale!

Ore 10.23

Presentazione di LibreOffice,

Perché il fork da openoffice (Oracle acquisisce Sun portandosi dientro oltre Ooo, Java e MySQL);

Precendente di Oracle: mollare OpenSolaris e rimane in silenzio sul futuro di Ooo quindi la Document Foundation crea il fork di LibreOffice per garantire il futuro (sviluppo ed evoluione) della suite.

I file di office non sono tuoi ma di Microsoft, quando crei un testo non è tuo ma di Microsoft.

Ore 10.43

Scambio di strette di mano tra sconosciuti! (lo spirito del linaro stile messa cattolica xD)

Ore 10.46

Virtualizzare col pinguino in ambito Enterprise.

Si lavora e si guadagna grazie alle compotenze, non in base alle conoscenze in ambito commerciale, ma solo grazie alla tua competenza (sistema meritogratico).

Ore 11.13

Mercato del software

Software proprietario (problema della pirateria)

Diritti di proprietà intellettuale generano dei monopoli

Ore 11.34

Software libero per VideoMontaggi Liberi

Ore 12.15

Ricevitore digitale terrestre animato da software libero (VDR), usabile da pc con possibiltà di registrare il flusso video.

Ore 12.37

Android: Linux per cellulari

Ore 13.10

WordPress: perché usarlo, e i vantaggi dell’uso di una piattaforma libera.

CMS: gestione di database e di siti, wordpress è un CMS che utilizza come archivio MySQL.

13.30

Fine dell’evento e consagna manifesti cartacei e cd regalo di Ubuntu 10.04

Sostanzialmente è stato molto interessante specialmente la parte del ricevitore satellitare ma circa il 70% del pubblico erano scolaresche poco interessate al software libero quindi il brusio è stato perenne durante la conferenza e al termina di essa c’è stata la calca per i cd gratis di ubuntu e quanto sono uscito sentivo dire “ma a che serve sta roba”, “è a 64bit ? Che vuol dire ?” “Ma io manco so cosa ho preso che è sto cd?”

Quindi solita calca inutile e solita “vastasaria” delle scolaresche palermitane.

A parte questo sono tornato a casa con un nuovo amico😀

ecco il mio nuovo amico Tux😀

E oltre tutto sono riuscito a farmi dare un poster dell’evento che ho prontamente appeso in camera mia😀

ecco il poster dell'evento😀

18 thoughts on “Linux Day 2010

  1. “Scambio di strette di mano tra sconosciuti! (lo spirito del linaro stile messa cattolica xD)”
    LOL😀
    Chissà tra le scolaresche che oggi hanno fatto solo casino ci sono i Picchi di domani, ancora non lo sanno ma è così🙂
    E rockerannoz😉

    • Probabilmente si erano istituti tecnici-informatici però dai almeno un po di disciplina, alcuni giocavano alle PSP, altri chiacchieravano, altri erano su interzoz e solo 1/3 di essi ascoltava il tutto sotto gli occhi dei prof >_>

      E poi la calca per arraffare i cd (che erano solo 100 su tipo 250 persone) è stata fuori luogo visto che meno della metà di loro proverà Ubuntu e poi diamine per tutto l’evento è stato ripetuto che Linux è gratuitamente scaricabile da internet!

      Per il resto comunque giornata davvero interessante mai visti tanti pc con su il pinguino e non parlo solo di Ubuntu ma anche di Fedora e penso di aver visto anche qualche verde OpenSuse e qualche Kdeosa Mandriva.

  2. Pingback: Tweets that mention Linux Day 2010 « Il nido del Picchio -- Topsy.com

  3. A Messina durante la mattinata i presenti erano una trentina, compreso amici e parenti dei linuxari relatori (il pomeriggio me ne sono rimasto a casa a seguire lo streaming video)… tutto sommato meglio molti ragazzi caciaroni delle scuole che nulla, almeno c’è la possibilità che una decina di loro, i più geek😉 , dopo questa giornata sia stata incuriosita a tal punto da provare linux. Nulla da rimproverare al gruppo del MeLug, per carità, ma coinvolgere le scuole è fondamentale per la riuscita di questa manifestazione, altrimenti si resta sempre gli stessi quattro gatti che linux, fra l’altro, lo usano già:-/

  4. Di quello che so esiste e non esiste. Di quello che so hanno litigato con la ILS e quindi il LinuxDay lo fanno fuori da quello mondiale. Di quello che so ormai non hanno più una sede e non è più come i vecchi tempi. Insomma è finito tutto a puttane.

    Il prossimo LinuxDay mi organizzo bene e salgo su a Milano oppure a Roma oppure vengo a Palermo😀

    • Ti consiglio quello di Roma o di Napoli la sono più di una giornata e sono un sacco di gente! A Palermo sono 4 gatti per lo più scolaresche perché qui in sicilia abbiamo un boato di istituti tecnici-informatici😀

  5. Che meraviglia il programma!🙂

    io avevo in pragramma di andarci e ci sono andato; ma è successo di tutto.
    In pratica il linux day si svolgeva a circa un cento chilometri da casa mia, ma ho sbagliato strada; arrivato, dopo molto tempo, sul posto, ho chiesto in quale luogo si svolgeva e mi hanno indicato la sala consiliare del comune; arrivato li, ho visto che c’era tantissima gente, solo che non si parlava di Linux ma delle imprese di Carlo Magno! Per farla breve sono arrivato al linuxday al momento dei saluti! Se non è sfortuna questa!😦

    • Mi spiace bit3Lux😦 Ma adesso sai dove è il post per il prossimo evento😀

      Almeno sei riuscito ad ottenere qualche gadget ? Mi dicono che agli altri LUG davano anche adesivi e alcuni anche magliette! Da noi solo dei pupazzetti con tux e lo GNU🙂

  6. >LibreOffice
    Eh, funzionasse … non so su *nix, ma su *dos è peggio di OpenOffice.
    Sì sì, ok è ancora in beta … ma adesso per installarlo devo (oltre al classico jre) installarmi anche .net framwork: ofc nessuno dei due pacchetti è bundled.
    Almeno con OpenOffice avevo la versione col jre incluso …

    • LOL Richard proprio tu che professi l’unica vera strada della GPL dovresti saperlo che LibreOffice non può includere né jre né .net per motivi legali.

      A parte il fatto che su nix il .net non è necessario noi solitamente usiamo un gestore di pacchetti per installare i software e questo provvedere ad installare anche jre (ed eventuali altre dipendenze necessarie) quindi ci bastano due click ed è fatta😀

  7. @Bit3Lux

    Cacchio che sfiga :(! Io ho passato tutto il pomeriggio a salvare il culo ad un portatile.. ancora ci sto lavorando pensa un po😀

    @Picchio

    Be ne sono sicuro.. quando sono stato all’hackmeeting lo scorso 2 luglio mi sono scialato la vita😀

    @Richard

    Io sono passato definitamente a LibreOffice e per adesso non ho riscontrato nessuna nomalia.. diciamo che uso Office per scrivere la lettera a Babbo Natale😄

    @All

    La cosa assurda che LibreOffice è giunto alla 3.3.0 beta2 e guarda caso quelli di Oracle ora stanno facendo uscire la 3.3.0. Già si può scaricare la versione RC1. Ad Oracle si è scaldato il culo per caso?

    • Oracle ha preso la palla al balzo: “sviluppo a gratis da parte della comunità libera”

      Questa cosa potrà durare per un anno al massimo il tempo che il progetto si stabilizzi, ma poi quando cominceranno le differenze (magari nell’interfaccia) allora si che dovranno capire cosa vogliono fare di Ooo.

      -Continuare lo sviluppo a gratis (magari creando qualche patch ogni tanto).

      -Sviluppare come poca voglia (e qui alla lunga farà danni).

  8. Anche io sono stato al LinuxDay, anche io ho stretto la mano a tanti Linari “Mormoni” (che non conoscevo), anche io sono tornato a casa con un cd di ubuntu 10.10 che ho virtualizzato… ed alla fine ho deciso di tenermi la mia bella 9.10 sul mio pc fisso… anche io ho come Bit3Lux ho avuto un sacco di problemi per raggiungere il luogo (mi si è scaricata la batteria alla macchina… e sono arrivato con 45 minuti di ritardo), anche da me c’erano si e no 50 persone, compresi parenti e animali al seguito (c’era un Mormone Linaro, con il suo cane con il ciondolo di TUX al collo e da come era vestito all’inizio pensavo fosse un punkabbestia… in realtà era proprio un talebano con una BT4 installata su un vecchio pc tutto scassato… ma alla fine l’abito non fa il monaco in tutti i sensi).
    Bella giornata, bella esperienza e soprattutto poche donne… dobbiamo invogliare a fare usare Linux anche alle donzelle prima di passare alla scuola.. ROoTFL!!!!

    Evviva Linux… evviva il ROOT Libero!!!

  9. Pingback: Back to Linux Day 2011 « Il nido del Picchio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...