Jolicloud: Le mie impressioni

Come forse saprete qualche settimana fa è stata rilasciata la prima stable relese di Jolicloud la distribuzione votata al Clound Computing basata su Ubuntu.

Partiamo dal principio che avevo già espresso le mie opinioni in merito ai Cloud OS in un mio vecchio post.

Quindi una volta prese queste mie precedenti considerazioni ho voluto metterle un attimo da parte e fare un analisi critica di Jolicloud.

Andiamo con ordine:

Boot:

Il boot del Live cd (infatti non ho installato nulla) è molto lento per i mie standard, infatti ci impiega più di 3 minuti ad avviarsi sul mio fisso (sul perché ho fatto i test sul fisso lo capirete dopo).
(ecco la schermata che si presenta al boot e allo showdown del pc, notare come il netbook rappresentato sia spicciato al mio piccino)

Primo avvio:

Al primo avvio come ogni OS si fa il login, solo che in questo caso dobbiamo necessariamente essere Online prima di loggarci quindi se i driver della nostra pennetta wifi non sono installati (come spesso capita al primo avvio di una distribuzione Gnu/Linux) possiamo attaccarci al tram e bestemmiare finché vorrete tanto non servirà a nulla.
Fortunatamente la pennetta wifi che ho sul mio fisso dispone di driver liberi ed è automaticamente riconosciuta quindi ho inserito la mia chiave di rete e sono andato avanti (Jolicloud usa lo stesso networkManager di Ubuntu, sarà molto semplice configurare la rete).

Adesso posso loggarmi sul mio sistema e……NON cosi in fretta amici ci dobbiamo registrare!
Qui mi parte un altra bestemmia, perché mai IO possessore del MIO pc e del mio OS (essendo ubuntu OpenSource e Libero) dovrei passare per il vostro benestare ?
Ma qua sorvoliamo, ok mi registro (è possibile farlo usando il vostro account facebook, il che mi fa molto arrabbiare visto che sia Twitter che FriendFeed non sono manco considerati) e adesso vorrei loggarmi ma indovinate ?
Si esatto avete afferrato non posso ancora loggarmi, infatti ho bisogno di un altro pc per confermare la mia email! (E se tipo non avessimo un altro pc ? Be questa è una domande retorica quindi non rispondo della mie bestemmie).
Cosi afferro il piccino e confermo la mia email e finalmente mi loggo!

Il primo giro:

Dopo esserci finalmente loggati eccoci al l’ormai famoso primo panello con della pseudo-apps che altro non sono che Link ai servizi online, quali Twitter,Facebook, ecc (da notare che il browser web principale è Chrome).

Si possono anche scaricare vere apps (come Skype.Pidgin, Firefox,VLC)
e si può anche sincronizzare il nostro account Dropbox (e tanti altri servizi simili) cosi da non aver bisogno di un HD (certo alla fine abbiamo bisogno di almeno 10gb per installare l’os ma se non fossimo sul nostro pc questo ci farebbe molto comodo, infatti e come se avessimo sempre con noi una pennetta USB da 2GB).

Esplorando un po il sistema (che mi ricorda molto Unity) si possono gestire i nostri dischi fissi e il nostro OS:

(non fate caso alla mia data di nascita io non l’ho inserita e lui ne ha messa una a caso)

Alla fine di tutto dopo circa 15 minuti di esplorazione ho chiuso il tutto:
Mie conclusioni:

La mia personale opinione e che si va verso la più totale esclusione della volontà dell’utente.

Io non sono libero di usare il mio pc se non dietro registrazione e non solo devo essere per forza connesso alla rete! (e chissà magari un giorno potrò installare solo apps presenti nel loro store stile Iphone).

Per il resto è uguale ad Ubuntu e come concetto non siamo tanto lontani da Unity o da Gnome 3, anche se nessuno dei due è votato al Cloud computing (o peggio al Trusted Computing) cosi come lo è Jolicloud.

Personalmente vedrei Jolicloud bene in un’azienda dove il pc che usi non è tuo e deve funzionare solo per lavorare, con un password e un account aziendale (cosi da sapere chi sta usando i terminali della ditta), sempre connesso al rete aziendale e ad internet, per le banche lo vedo molto bene ad esempio.

Ma per il settore desktop o netbook qui stendo un velo pietoso infatti io col MIO pc voglio farci quello che voglio!

A voi le conclusioni gente, voi lo usereste sui vostri pc fissi o sui vostri netbook/notebook in maniera fissa ?

E se si, perché ?

PS: Non ho usato il mio piccino per i test perché la mia scheda wifi non dispone di driver liberi quindi al primo avvio avrei dovuto installarli (non so come, ma forse mi sarebbe comparso un popup in stile Ubuntu per installarli via Ethernet), oltre tutto guardando il sito di Jolicloud vedo che i pc supportati sono tantissimi, ma guarda caso NON il mio!:
(Vedete ? L’HP mini 2133 è assente!)

11 thoughts on “Jolicloud: Le mie impressioni

  1. Stavo giusto prendendo info sul software anche se ovviamente sono il primo a non volere il cloud e a non ritenerlo giusto, aspettavo la versione 1.1 per vedere se cambiava qualcosa ma andando sul sito di jolicloud vedo che rimane da inserire l’account facebook (che volontariamente non ho) quindi è impossibile da testare senza un account..
    C’è secondo tè un sistema operativo in stile jolicloud o chrome os ma più libero?? ho guardato xpud ma mi sembra lontano anni luce da questi

    • “>quindi è impossibile da testare senza un account..”

      si hai bisogno di un account facebook o di uno gmail per poter usare jolicloud.

      >”C’è secondo tè un sistema operativo in stile jolicloud o chrome os ma più libero??”

      No anzi io per sfruttare a pieno l’OS ho bisogno per forza di internet.

      cmq io sconsiglio visto che è uguale a una delle tante distro GNU/Linux che si trovano in giro, tanto vale usare ubuntu.

      per quanto riguarda xpud non lo conoscevo ora mi informo su di esso.

  2. sono passato a linux 2 anni fà dapprima con ubuntu ora con mint, non è la stessa cosa se parliamo di leggerezza (per quanto leggeri) e di interfaccia, l’unico simile è appunto xpud o forse altri che non conosco arrivato alla 0.9.5 in svia di sviluppo la trovi su distrowatch😉

  3. Ciao, io al contrario tuo (non uccidermi) sono invece rimasto favorevolmente sorpreso da questo SO.
    Le limitazioni che descrivi non le vedo diverse da quelle confrontabili con i vari Android o IOS4 per smarthpne e tablet.
    Sull’account per connettersi inoltre, per me sarebbe stato più curioso il contrario: su un SO voltato al cloud mi pare normale e sensato.

    Poi dipende da cosa ci fai e come lo usi. Certo che se sei contrario a prescindere al cloud, per te non ha senso utilizzarlo. Io se dovessi avere solo un netbook non penso che ci isntallerei Jolicloud, ma avendo anche un fisso, lo ritengo utilissimo per fare determinate operazioni senza troppi capricci.

    • “Ciao, io al contrario tuo (non uccidermi)..”

      Le opinioni in questo blog sono sempre ben accette🙂

      “Certo che se sei contrario a prescindere al cloud…”

      Io non sono contrario al Cloud, ma lo ritengo che sia utile utilizzarlo in ambito aziendale che in ambito privato.

      “Le limitazioni che descrivi non le vedo diverse da quelle confrontabili con i vari Android o IOS4 per smarthpne e tablet”

      Appunto! Sono pc non cellofoni! (io poi non ho ne Android ne IOS)

      “Sull’account per connettersi..”

      Scusa perché devo avere un account di una ditta X o di un sociale network per accedere ai “miei dati” che sono miei e soltanto miei? Non basta il normale accont del pc classico?

      “Poi dipende da cosa ci fai e come lo usi”

      Questo è il punto caldo della situazione, il cloud è utile, dipende da chi o come lo si usa.

  4. Io sono favorevole a questo progetto: ho un netbook con 1gb di ram. Ora il 7 starter se lo brucia solo per farmi partire l’ AV. = ]
    Cio che voglio dire è che sono nuovo in linux e poter avviare il mio netbook in meno di un minuto e poter aprire anche 10 schede con Opera o Chrome mi fa davvero comodo. Adesso posso andare su internet in poco tempo, e senza ricorrere al task manager. Joli OS si installa molto facilmente, e questo porta molti curiosi a provarlo, si disinstalla senza recare danni al boot manager. Considerate questi aspetti e vedrete quanto sia promettente questo progetto. Io comunque posso accedere al OS anche se offline, certo mi piacerebbe fosse meno cloud e più autonomo integrando un software manager nello store gia presente per integrare applicazioni gnu.

    • Guarda io ho un netbook simile al tuo (dove ho subito installato archlinux appena comprato) e tutte le cose che fa JoliOS le puoi fare con qualsiasi distro GNU/Linux (come ad esempio Linux Mint o Ubuntu), di Cloud JoliOS ha poco e nulla.

      • Bravo. che vuoi che ti dica.😉
        Io non me lo so installare Mint perchè non sono sono capace di non danneggiarmi il boot manager e perchè il grub non mi piace e non lo so modificare. Ad esempio, installando Easypease non mi parte piu la partizione di ripristino (anzi se sai dimmi come posso riabilitarla)..

        Percio credo che per chi non ha mai usato linux sia molto piu piacevole e facile cominciare con Joli Os senza rinuciare a Windows.

        Di cloud ci sono tutte le web-app che ti puoi creare e quelle che fanno gia parte del Chrome Webstore. E Poi ti installi cio che vuoi con Synaptic.
        Quanto è misero a riguardo allora il Chrome OS? è quasi la stessa cosa, anzi a confronto Joli OS è per certi versi superiore (sperando che big G non lo faccia fallire per fare i propri interessi).
        Sto cercando se c’è un home switcher in modo di passare ad asempio dall’ ambiente desktop di Jolicloud che è web based a un altro a mio piacere (anche diverso da Gnome). Si puo?

      • Ma guarda che anche JoliOS usa Grub (essendo basata su Ubuntu), cmq sia io della partizione di ripristino non ne ho mai avuto bisogno mi sono sempre creato i mie backup da solo. Poi io ho già rinunciato a windows da 4 anni e non ne sento la mancanza, idem per mia sorella. L’utente comune non ha bisogno realmente di windows è solo un fatto di abitudini e di paure.

        >”Di cloud ci sono tutte le web-app che ti puoi creare..”

        Ovvero dei bookmarks che ti puoi creare anche con Firefox su ubuntu.

        >”E Poi ti installi cio che vuoi con Synaptic.”

        Grazie È Ubuntu con due modifiche

        “Quanto è misero a riguardo allora il Chrome OS?”

        Ancora più misero di JoliOS servirà solo per navigare perché sui netbook dove sarà montato molto probabilmente saranno senza disco fisso, quindi a me pare una cosa insensata, ma rimane una mia opinione.

        >”Sto cercando se c’è un home switcher…”

        Non ne ho idea ma fai prima a provare direttamente un altra distro (come Mint ad esempio, e dammi retta non è che non sei capace perché se segui le istruzioni a video e tutto un “avanti>continua>avanti>metti il tuo nome>continua>avanti” quindi l’operazione è semplice e ti permette pure di avere windows in dual boot).

  5. Ciao, da giorni cerco e ricerco soluzioni per capire se son state fatte adattamenti per hpMini 2133, ho avuto lo stesso problema con ChromeOS… è un problema di risoluzione. Non hai notizie nuove? Grazie lo stesso. Comunque complimenti per il blog, Se non risolvo ho pensato di mettere Xubuntu! =)

    • Per Jolicloud non so dirti visto che non seguo i suoi sviluppi, comunque il problema con l’HP mini 2133 è stato risolto da tempo ora udev gestisce perfettamente la risoluzione del netbook. Infatti prima che il mio si rompesse lo usavo perfettamente con Debian e Arch. Xubuntu dovrebbe andare benissimo per l’uso normale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...