Scroccando si impara…… o meglio tentandoci!


Si scroccando o meglio tentando (spesso in vano con relativo carico di bestemmia) di fare ciò si “imparano” (terminologia sicula che sta a significare “si apprendono”) molte cose.

E quello che ho carpito mappando mezza palermo alla ricerca di reti wifi libere è stato interessante…..almeno per me, poi certo se non vene frega una beneamata minchia della mappatura delle reti wifi libere di palermo potete anche non continuare la lettura.

Si siete davanti ad un altro pseudo-post pseudo-lolloso/cazzaro derivato dall’astinenza da blogging serio (anche se il termine “serio” forse è inadatto per il mio blog pseudo-cazzaro/lolloso).

Allora ho appreso che il centro citta di palermo fa praticamente “cagare il ca$$o” [citando felipe].

Non perché sia sprovvisto di opere artistiche anzi ne ha di più di molte altre citta italiane, no io sto parlando di reti libere [o diversamente protette].

Non una….non una porca rete wifi libera! No dico ma che gli costa (be si in realtà gli costa non poco ma con tutte le bustarelle che si intascano almeno una cosa utile per lo scrocco si potrebbe fare) ad un ufficio pubblico ad un museo mettere almeno un pezzo di connessione wifi libera!

Anche dietro registrazione sarebbe una cosa accettabile come avviene in quasi tutte le grandi catene di fast-food.
Ma la cosa non finisce qui, infatti quello che mi ha fatto bestemmiare non poco e che la maggiorparte delle reti wifi libere si trova in zone isolate o nelle vicinanze di autostrade! (Gia me li vedo i poveri automobilisti siculi esclamare un “minchia!!” mentre sono in macchina che si vedono spuntare un rete libera tra capo e collo….o no aspetta l’etere non si vede e non si tocca).

Per non parlare di tutte quelle reti libere che si trovano nelle zone balneari come il comune di Valdesi dove telecom e tiscali si spartiscono la spiaggia con reti wifi a pagamento utilizzabile con tessere prepagate o con carte paypal.

Oppure alcune banche che hanno accordi con 3 Italia che gli fornisce una rete wifi utilizzabile tramite carte di credito dai pover clienti della banca (solo all’interno delle proprie filiari) che magari si ritrovano con il conto in super profondo rosso.

Tutte le reti libere da me scovate (che si contano sulle punte delle dita dei piedi) appartengono a privati che per una motivo indefinito decidono di condividere (più o meno incosapevolmente) con i diversi scrocconi come il sottoscritto la loro banda.

Ne ho viste di cotte e di crude, Svodefone station mal programmate o resettate alla “CDCS”* che restano senza chiave di rete, reti infostada lasciante apposta senza password perché il dottore di turno è una macaco* e quindi il suo pc non riesce, per ragioni che solo Javé conosce, a connettersi al wifi usando una semplice chiave wpa2.

Oppure ci sono gli sboroni che usando fastweb pensano che la magica fibra ottica li protegga da scrocconi organizzati (interi condomini o gruppi di palazzi che non pagano un ca$$o e scroccano da anni la connessione a banda larga mille mila volte più veloce della mia).

Ultimo come fanalino di coda una connessione libera di una banco posta davvero veloce, pensate riesco ad avere 3tab aperte sul mio cell e ad visualizzare un video sul tubo!*

Non chiedetemi dove e come sia riuscito a scovare o carpire informazioni del genere perché sono tutto frutto di mesi passati con i colleghi, amici e con vecchi compagni di scuola a girare nei loro quartieri a me sconosciuti in cerca di qualche bar che ci vedesse una coca ed un panino a meno di 2 euri e 50*.

Ma anche di occasionali viaggi in vari paesini di provincia di cui non ricordo tutti i nomi ma che hanno fortune e sfortune varie (si pensi al continuo defici di monnezzai o di acquaglioli* ma incompenso hanno reti wifi libere usabili con una semplice registrazione dai vari turisti).Detto questo vi annuncio che ho trovato una fantomatica rete wifi libera (o meglio non protetta oppure protetta da maga mago perché alle volte mi butta fuori senza alcun motivo apparente) che appare e scompare in certi orari della fantomatica giornata quindi forse (mica sto a grattarmi la pancia quando sto a casa, infatti o ci pensa mia madre oppure lo studio di vari libri di semiotica mi regalano ore ed ore di smaronamenti vari) dovreste avere dei post in più questo mese.

In oltre adesso sono riuscito a leggere i lollissimi post di felipe (che la connessione wifi della facoltà continua a bollare come sito porno o potenzialmente dannoso per la propria retina e con gravi effetti collaterari a lungo termine) a cui auguro anche se in ritardo un “ben tornato!” o “welcomeback” o un “talè cu cé!” o “talé cu turno!”

PS: ci sono speranza per il ritorno di internos a casa mia verso inizio del mese prossimo ma non vi prometto nulla.

PS#2: Ricordo a tutti voi che scroccare le reti wifi non protette non è una cosa illegale! Anzi e il possessore della rete che deve proteggere la sua connessione, anche perché le onde radio non sono di nessuno (se non dello stato) e quindi tutti posso usarle se dispongono dei giusti mezzi.

Note di fondo pagina:

1) Ca$$o di cane siculo [il cazzo di cane siculo è un prodotto medico chirurigico, tenere fuori dalla portata dei non siculi o dei non meridionali, effetti collaterari: bestemmie, bestemmie, bestemmie e……o gia detto bestemmia ?!];

2) Un utonto mac, con il suo minkia di mac pro che viene usato solo per elencare nomi e date e per il cazzeggio medico su internos [internet nel gergo medico-chirucigico];

3) In quei momenti ho perfino amato alla follia le poste italiana ma poi sono tornato con i piedi per terra visto che il mio pacco era un pelino ammaccato!;

4) Scommessa cazzara da me fatta con alcuni amici durante il boicottamento di alcune lezioni universitaria (semiotica/inglese);

5) Paesini con mitiche e magice colline pianche a base di sacchetti di plastica sommata ad assenza di acquedotti decenti che perdono circa il 60% dell’acqua potabile).

5 thoughts on “Scroccando si impara…… o meglio tentandoci!

  1. @ AnonimoHo sbagliato qualcosa ? Ho detto qualche castroneria in merito alle rete wifi ? Certo non pretendo di essere competente in tutto, almeno dimmi il perché delle tue affermazioni.Poi se ci sono errori grammaticali o di sintassi almeno potresti segnalarli cosi posso correggermi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...