Dove Linux regna…

Salve ragazzi, scrivo questo post (boicottando la lezione di semiotica :P) ispirandomi a all’ultimo post di “dottor house” volendo condividere con voi la mia personale esperienza con i vari sistemi operativi presenti nella mia facoltà (Scienze della formazione: Corso di Html/javascript).

Immaginate un mondo pieno di utenti convinti che windows sia l’unico OS presente al mondo…..si ok questo mondo è il nostro ma adesso immaginate in micro-mondo (i vari atenei) dove tutto si mette in discussione (per farvi un esempio: Lezione di Inglese: Ragazzi non provate a dire “One Cock”* nei bar inglesi o vi prenderanno per sporcaccioni!).

Ora come al solito esistono qui 4 sparuti che hanno attraversato l’Acheronte (o era l’Orento ?!) e hanno fraternizzato con Caronte travestito da Pinguino con in mano falce e martello.

Poi ci sono i classici fighetti che sfoggiano i loro mac non sapendo neanche cosa sia Unix. E poi ci sono i tipi intelligenti che sanno “perchè” mac è bello e figoso e affermando di usarlo perché ci devono lavorare in abiti grafici o audio-visivi.

E tutto comincia cosi 4 gatti e 3 topi che sanno perché un giornalista debba studiare HTML e javascript e poi ci sono i mille mila utenti che cadono dalla nuvoletta di goku e company e cominciano a bestemmiare perché il loro editor di testo non è in grado di differenziare il testo normale dal codice HTML o javascript.

Cosi magicamente si accorgono del lato oscuro della forza e cominciano a domandare a quei 4 gatti e 3 topi i segreti delle arti Sith.

Ora tralasciando il raccontino pseudo-lolloso fatto sull’onda della felicità per aver fatto una buona verifica scritta e per aver boicottato semiotica, fermiamoci un secondo e pensiamo a quello che ha affermato il dottore nel suo post:

“passate al lato oscuro della forza e vedrete quando è profonda la tana del coniglio/pinguino bianco nero”

o tradotto in parola spicciole:

“windows non è il mondo!” (o almeno nella realtà oltre il mondo ludico)

Ora non sto dicendo di certo cose nuove (di fatti il post è una specie di mio sfogo pseudo-emotivo/cazzaro per via dell’astinenza da blogging lolloso) ma è sempre meglio ripeterlo magari inserendo le proprie esperienze.

Ora sicuramente vorrete sapere come è finita la storia…..no ? Ok ma io ve la scrivo lo stesso muuhauahuahuhauhau.

I pochi maestri sith diffusero il loro verbo e magicamente il magico mondo delle finestre Jedi si infranse cosi come era giusto che fosse visto che si era schiantato difronte al muro del wifi della facoltà.

Infatti per chi sta su Gnu/Linux o MacOS connettersi al wifi è più facile che rubare le caramelle ad un infante mentre per chi sta su windows equivale a tentare di rubare le suddette leccornie alla piccola Maggie Simpson con in mano un revolver mentre spara a Mongomery Burns.

Oltre a ciò c’è da ricordare che i programmi per windows vanno cercati e selezionati mentre su Gnu/Linux grazie a i mitici PPA (concetto valido solo per Debian e derivate) la cosa ci viene magicamente suggerita ed installata sempre magicamente da un magico Software Center fresco di pittura.

Ora se non lo avete ancora capito il post è una divagazione sulle infinite magicoserie scoperte dagli utenti windows all’università e quindi sulle derivate Unicoserie.

Ma adesso chiudo qui visto che sto finendo la batteria.

Saluti Picchio.

PS: credo di riottenere internet a casa entro la fine del mese.

Note a fondo pagina:

1) Grazie a Juhan per il chiarimento sul termine ca$$o xD

5 thoughts on “Dove Linux regna…

  1. Picchio rockz! È sempre bello sapere che pensi a noi, a costo di saltare le lezioni. Ma un giorno ti chiederai "cos'è questa semiotica di cui continuo a sentir parlare?" e rimpiangerai il tuo operato di oggi. Mai il tuo post rimarrà nei cuori dei tuoi affezionati lettori e questo ti ricompenserà, forse. E per la semiotica (e altre cose simili) c'è sempre Wiki.OT, ma sull'inglese credo che si scriva in modo diverso, o hai saltato anche qualche altra lezione?

  2. @ JuhanIl prof di semiotica usa le stesse identiche parole presenti nei libri (scritti da lui) e usa gli stessi identici esempi!Quindi seguire le sue lezioni o meno è la stessa cosa.Per l'inglese forse sbaglio a scrivere ma la pronuncia e quella! La cosa ha sconvolto mezza facoltà e ha sconvolto anche me visto che ha Londra avrò detto una cinquantina di volte di volere una coca in quel modo xD

  3. espeak –stdout cock | aplayprova con:coke == carbone o coca-cola cock == gallo e ca$$oSì la pronuncia è molto simile ma contestualizzando…Ah! siccome non sapevo se si può scrivere ca$$o (sai le ubuntu/picchio girls) ho cercato su Urban Dictionary e la definizione #2 è troppo lollosa:the best goddamn thing in the word. If I could, I'd ride one all day long.Ma anche la #4 è carina, senti facci un giro: http://www.urbandictionary.com/define.php?term=cock

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...