Riflessioni: Ubuntu next steps ?


Salve ragazzi, oggi mentre ero a mare mi sono messo seduto sulla sdraio, il chinotto fresco vicino e un panorama magnifico.

Mentre stavo a crogiolarmi al solo pomeridiano, mi balenano in mente un mucchio di pensieri che oggi vorrei esporvi.

“Mbe”, direte voi, che ci frega di quello che ti frulla per la testa mica siamo il tuo psicoanalista.

Be quello su cui riflettevo oggi non riguarda me ma il futuro della mia distro preferita Ubuntu.

Dividerò i miei pensieri in settori: Innovazioni, grafica, futuro;

Partiamo dalle innovazioni, oggi mi sono chiesto da quanto tempo Canonical non da un botta di vita alla distro?

Si parla dalla famosa Ubuntu 8.04 LTS la Hardy Heron se non erro, è il motto di canonical non è “linux for human beings”. Be mi sono detto perché dobbiamo aspettare le LTS (cioè la versio delle distro a lungo periodo di supporto) per avere una distro non dico stabile perché la stabilità è negli standard di Ubuntu che essendo figlia di Debian è una cosa scontata, ma che abbia delle serie novità, con tutti i soldi di cui dispone Mark Shutterworth, dovrebbe essere una cosa d’obbligo, un po come gli aggiornamenti di versione di OS X in casa Apple.

Perché ogni 6 mesi dobbiamo incrociare le dità mentre aggiorniamo mentre altre distro hanno tempi di rilascio un po più lunghi ma che assicurano sicurezza e innovazione.

Attenzione non sto criticando sto solo mettendo in luce uno dei pochi difetti di questa ottima distro.

Il next step (prossimo passo o prossima distro innovativa) dovrebbe essere proprio la 10.04 un LTS che promette un nuovo look!! che sembra tanto agoniato.

Be quello che penso io è che il look di adesso va già bene, si insomma non è proprio nuovissimo (cavolo è lo stesso marrore “cachetta” o bianco/arancione si dalle prime versioni) ma da già una aspetto grafico accattivante al primo sguardo,

anche se ormai è uno stile che non fa più tendenza e visto che Ubuntu si rivolge alla massa (siamo 10 milioni di utenti “corbezzoli”) la distro dovrebbe seguire una linea più scura (cribio più scura del maronne “chaccetta”) un nero fumè o roba simile o magari un bel verde simile a Mint o a Suse ma con un tocco ubuntiano non sarebbe male. Vedete qui sopra il mio tema nero con sfumature verdi è moolto rilassante

Parlando sempre del look, secondo me si dovrebbe cavalcare l’onda delle cosi dettè dockbar o magari di una superbar in stile Sev7n, so che per molti è un eresià ma guardano quasto specie di scopiazzamento mal riuscito dalla orami classica dock di mac os x ho visto che come idea generale non è malaccio certo la dockbar rimane sepre ad un livello più alto.

Proprio per questo consiglierei una partecipazione attiva con quelli della AWN (Avanti Windows Navigator, magari inserendola al posto della barra di sotto) che penso che come dockbar sia la migliore in ambito Linux.

Anche se l’impossibilà di spostarla in alto è ai lati si fa sentire non poco e questo va a vantaggio dell’eterna rivale la Cairo-Dock, per non parlare della nuova concorrente che è da poco sbarcata sul mercato dock cioè Gnome Do che mi sebra un altro progetto da integrare nel sistema.

Infatti con pochi semplici passi sarebbe possibile raggiungere i livelli di esperienza di utilizzo di OS X se non addirittura superarla (sembra un utopia ma coloro che da Linux passano a Mac lo dicono quasi sempre:” mi aspettavo di più, una faciltà avvolte disarmante”). Le prime avvisaglie di innovazioni con Gnome 3.0 ci sono ma per adesso sono solo su carte e penso che ci sia ancora molo lavoro da fare.Ecco un qui sopra esempio di innovazione, ma questa mi sembra una sceltà più adatta al settore netbook più che per i desktop tradizionali.

Non dico che questo debba essere fatto subito ma nel giro di uno o due anni la cosa sià fattibile grazie anche, e mi ripeto, al budget che si ritrova Canonical.

Lo stesso vale per il client IM, vedete i niubbi appena transitati da Winzoz è quindi dal famigerato Winzoz Live Messenger non vogliono il caro pennuto (Pidgin) anche perché esso non permette la video chiamata (che io uso raramente ma che avvolte mi è necessaria per vedere parenti lontani) e solo recentemente si sta muovendo (ultima versione permette la video chiamata con Gtalk o Jabber).
Un esempio di video chiamata col pennuto

In questo senso un integrazione (con integrazione intendo un attiva partecipazione al progetto da parte di canonical magari ingaggiando i team di tali progetti) con i due programmi aMSN e Emesene che si stanno coalizzando sarebbe l’ideale, non dico che siano siano superiori a Pidgin (perché non lo sono ma io parlo da utente pienamente convertito a Linux e non da un nuovo arrivato che cerca su applicazioni e bestemmi perché non trova l’iconicina di WLM) ma la massa vuole questo e se uno vuole avere successo deve seguire le sue tendenze.

Certo non tutti ma quelle che permetterebbero l’ipotetico sfondamento del 5% di utenza desktop mondiale (visto che orami OS X è usato dal 9% mondiale non vedo perché Gnu/Linux non dovrebbe riuscire). Quindi seguire le cosi dette “mode”non deve equivalere ad una perdità di qualità che deve rimanere alta.

Be ora non rimane che aspettare speranzosi che Canonical ci sorprenda oppure che ascolti le nostre rischieste (e credetemi sono molte) per migliorare questa fantastica distro. Infatti è al futuro che dobbiamo guardare tutti, e mi sono più volte chiesto: “quale sarà il futuro di Ubuntu e di Gnu/Linux?”

In molti pensano al Cloud Computing e lo penso anche io, anche se l’idea di non avere un sistema tradizionale non mi sta molto a genio, infatti anche se il web 3.0 è alla porte io sono nato e mi sento ancora nel web 2.0 e forse come i miei non riuscirò bene ad adattarmi a tutte le novità. Semplice esempio di Cloud Computing

Be questa sono i miei pensieri e sono solo delle opinioni , non sono verità assolute quindi critiche e commenti sono ben accette.

Voi che ne pensate del futuro di Ubuntu ? e come potremme migliorare ?

3 thoughts on “Riflessioni: Ubuntu next steps ?

  1. tutto quello che dici è vero. A livello grafico si aspetta da più di un anno un vero cambiamento. Riguardo a Pidgin per me sinceramente è troppo indietro e non al passo con i tempi. Emesene invece mi piace molto, è fatto bene ed la versione 2 includerà anche le videochiamate. (Meglio che si sbrighino, Skype rischia di chiudere).

  2. io sono nato nel web 1.0😐 mi sento vecchio. non capisco il discorso del colore – non sei il primo – ma chisseneimporta! te lo puoi customizzare. sui rilasci a breve termine mi trovi d'accordo, io vorrei rilasci ogni 2 anni🙂 su avant stendiamo un velo pietoso, sono da 3 anni fermi lì (nel senso con la barra in basso) … io ormai ci ho rinunciato alle dock😐 (gnome-do non lo uso perché è momo). per msn io uso emesene, telephaty, il futuro di gnome, non mi garba proprio :)cia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...