Modificare il timeout di grub e grub2

Nel mio vecchio pc fisso mio padre tiene ancora una sua partizione in NTFS, ora la cosa per me è del tutto indifferente, tanto abbiamo 500gb ciascuno e non abbiamo file condivisi.

Ovviamente i problemi li pote sempre mio padre. Ogni giorno mio padre accende il pc ad una certa ora e…

Madre: Caro il caffè..

Padre: o grazie arrivo mmmh buono!…..NO CAZZO SI È AVVIATO LINUX! ARGHHHHH!

Quindi è nata l’esigenza di aumentare a dismisura il timeout di grub perché mio padre non può assolutamente avviare linux per errore no no.

Dunque io ricordavo che su grub il file da andare ad editare si chiamava “menu.lst”, questo file a quanto ho letto vale solo per grub mentre per grub2 (il mio caso) bisogna editare un file di nome “grub” che si trova in tutt’altra directory.

Allora come facciamo a sapere che grub stiamo usando ? Be ormai buona parte delle distro in circolazione hanno adottato grub2, comunque per essere certi andiamo su /boot/grub e cerchiamo il file “menu.lst”. Se non troviamo menu.lst nella directory allora stiamo usando grub2.

Se abbiamo grub procediamo con:

cd /boot/grub

sudo cp menu.lst menu_backup.lst

sudo nano menu.lst

e da qui cerchiamo il valore “timeout” non commentato (ovvero senza “#” davanti) e andiamo a modificare la cifra davanti ad esso a secondo delle nostre perversioni. In fine salviamo e usciamo (se usate nano basta dare CTRL+O per salvare e CTRL+X per uscire).

Per grub2 la procedura è identica cambiano solo le directory e il nome del file (e in oltre bisogna aggiornare grub2 sempre via shell), quindi:

cd /etc/default/

sudo cp grub grub_backup

sudo nano grub

Una volta aperto il file dovrete cercare il valore “GRUB_TIMEOUT”, sempre non commentato, e andare ad editare il tempo di timeout sempre secondo le vostre perversioni.

Fatto questo dobbiamo andare a aggiornare grub2 con un

sudo update-grub

Nel caso di errori (aka avete sbagliato a digitare e siete nella merda) vi ho fatto fare un backup cosi da poter ripristinare la situazione precedente, basta prendere ad esempio il “file_backup.lst”e sostituirlo al file che avete editato.

:# /dev/null/

PS: Nel caso non usiate Debian o derivate il comando update-grub non funzionerà ma dovrete dare:
sudo grub-mkconfig -o /boot/grub/grub.cfg

About these ads

17 pensieri su “Modificare il timeout di grub e grub2

  1. picchio, ma visto che tu sei il nerd nullafacente, mentre tuo padre il PC lo usa per cose serie, non era più facile tenere un tempo di grub basso, ma selezionare windows come default?
    Tanto tu non aspetti l’allungamento del pen.. voglio dire del tempo, premi comunque e tuo padre almeno non deve stare attento al boot

    • Mio padre cose serie ? Se per serie intendi dixball, mame32 e altri giochi online e qualche volta su exell (anche se penso attivi il gioco segreto al suo interno) allora io faccio cose più serie di lui :P

      Poi secondo gli ultimi accordi il Syadmin di casa sono io, io decido vita morte e miracoli dei pc e io decido la priorità di boot degli OS. (Accordi nati dopo l’ultima infestazione di vairus su windowsXP del padre che solo grazie a me e a Debian è riuscito a backuppare e a ripristinare il suo sistema)

  2. Users no longer edit Grub.conf or Menu.lst in the /boot/grub folder. In fact, those files are now off-limits and you must NOT edit them. The file to edit is grub located in the /etc/default folder and it can be edited with this command from Terminal: (you must also run update-grub after any alteration).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...